Volo low cost, ma in business class

Aperta la sfida delle compagnie aeree low cost sul comfort a bordo: Ryanair annuncia nuovi posti in business class sui voli

Tariffe vantaggiose, posti assegnati, prenotazioni anticipate, scali su aeroporti più o meno vicini alle maggiori città. Nulla di tutto ciò. Ora la partita fra le compagnie aeree a basso costo si sta per giocare, paradossalmente,  sul terreno delle business class.

Kenny Jacobs, Chief Marketing Officer di Ryanair

Il numero due di Ryanair, il Chief Marketing Officer Kenny Jacobs darà altri dettagli giovedì 11 settembre all’incontro previsto con la stampa su quello che è già trapelato fra gli addetti e la sfida sarà ufficialmente lanciata: arrivano nuove ed ampie business class a bordo dei voli della compagnia, con tariffe a partire da 69.99 euro a tratta a persona. Una svolta, una provocazione che darà una (altra) vera scossa al mercato.

Certo è che proporre sedili più confortevoli, qualche vantaggio sui bagagli in stiva (fino a 20kg) e l’accesso prioritario all’imbarco  rende più golosa l’offerta ed è sicuramente una notizia, visto che a proporlo – da 25 anni sul mercato europeo  – è chi ha voluto dare per primo la possibilità di volare a tutti (come diceva uno dei suoi primi pay off).  E gli altri? Pochi ormai quelli che reggono il confronto, ma fra questi c’è certamente EasyJet, colosso in crescita costante con più di 700 rotte in vendita online e da tempo attento a tariffe per viaggiatori business, con agevolazioni simili sul bagaglio e speedy boarding garantito. Nulla ancora però all’orizzonte su una vera classe superiore a bordo.

Dalla compagnia irlandese, un segnale importante su come cambiano le esigenze dei consumatori ed anche sull’evoluzione naturale dei voli a prezzi stracciati. Mentre prima ci si misurava sul numero di rotte, sui privilegi inclusi o meno nel biglietto o speciali tariffe online dell’ultimo secondo, ora fra le low cost vince chi punta al “nuovo” lusso: il comfort.

[foto: Ryanair]