0 Shares 23 Views
00:00:00
18 Dec

Sex With Glass: l’app per Google Glass che cambia la prospettiva in quei momenti…

LaRedazione - 22 gennaio 2014
LaRedazione
22 gennaio 2014
23 Views
Sex With Glass

Tutto pronto per Sex With Glass, l’applicazione che permette di vedere esattamente quello che vede il partner.

Si tratta in sintesi di un software studiato per i cosiddetti occhiali a realtà aumentata e inventata da uno studente libanese Sherif Maktabi, che sta già generando molta curiosità ma anche numerose critiche.

Lo slogan stesso con cui si fa pubblicità all’applicazione suscita clamore: senza troppi giri di parole, promette di rendere il sesso un’esperienza unica, che non sarà mai più la stessa cosa dopo aver provato Sex With Glass. Quella che il Guardian, quotidiano Londinese, chiama sex application, non è una trovata di Google, come si potrebbe erroneamente essere indotti a pensare, ma è un’invenzione che arriva dal Libano. Sex With Glass, ovvero sesso con gli occhiali, un nome decisamente esplicito che non lascia troppo spazio a dubbi e ambiguità.

Gli occhiali utilizzati dalla start-up libanese sono proprio quelli a realtà aumentata realizzati dall’azienda del noto motore di ricerca e che sono dei veri e propri computer portatili, per i quali è stata ideata questa nuova particolare applicazione.
Un’esperienza decisamente inedita la possibilità di vedere esattamente tutto quello che sta vedendo il partner con cui stiamo facendo l’amore, che la tecnologia adesso rende possibile.

Ovviamente, affinché il tutto funzioni a dovere, in quei momenti sarà necessario tenere gli occhiali addosso. “Ok Glass, it’s time” è il comando vocale che fa partire il meccanismo che ci permetterà di avere davanti agli occhi le immagini che il nostro o la nostra partner sta vedendo in quel preciso momento. Indossando entrambi gli occhiali e attivandoli allo stesso tempo, l’esperienza risulterà reciproca. Come dice Maktabi, lo studente che ha ideato il tutto, alcuni troveranno l’idea ripugnante, per altri sarà invece estremamente eccitante.

Con un altro semplice comando il flusso delle immagini trasmesse si interrompe. I Google Glass mantengono le informazioni registrate per cinque ore, pronte per essere viste di nuovo, da chiunque vorrà indossare gli stessi occhiali.
La stessa applicazione ha anche altre interessanti funzionalità, come quella di spegnere o accendere le luci di casa e mostrare all’occorrenza un manuale con le posizioni del Kamasutra, in caso si abbia bisogno di trovare l’ispirazione per qualcosa di diverso.

Un’applicazione in versione iPhone da collegare all’app per gli occhiali è già allo studio.

Sex With Glass l’app per Google Glass che cambia la prospettiva in quei momenti sarà davvero l’ultima frontiera del sesso o continueremo a preferire, per così dire, i vecchi sistemi tradizionali?

Loading...

Vi consigliamo anche