0 Shares 243 Views
00:00:00
21 Apr

Fisco: in un anno sono arrivate troppe modifiche

Emanuele Calderone - 28 novembre 2017
Emanuele Calderone
28 novembre 2017
243 Views
Fisco in un anno sono arrivate troppe modifiche

Le modifiche apportate al fisco sono tante o, per meglio dire, troppe: in appena un anno hanno visto la luce 11 nuovi decreti che hanno cambiato il volto ad addirittura 110 normative. L’effetto secondo Paolo Zabeo, coordinatore dell’Ufficio studi della CGIA, sarebbe quello di scoraggiare gli imprenditori.

Zabeo ha dichiarato “l’oppressione fiscale sta debordando sempre più, disorientando non solo i contribuenti, ma anche gli addetti ai lavori, come i Caf, i commercialisti e gli esperti delle associazioni di categoria. Con un sistema fiscale così complesso, estremamente farraginoso, spesso contraddittorio e poco trasparente non dobbiamo sorprenderci se l’anno scorso 21 milioni di contribuenti, pari al 54 per cento circa del totale, avevano una pendenza economica con Equitalia inferiore a 1.000 euro. Sicuramente tra questi debitori ci sono anche coloro che, probabilmente, non hanno pagato il bollo dell’auto o il canone Rai, ma la grande maggioranza è costituita da soggetti vittime di un fisco arcaico e spesso indecifrabile, che in questi ultimi anni ha fatto aumentare in misura esponenziale il rischio di commettere errori formali a seguito di un ingorgo normativo che non ha eguali nel resto del mondo. Il nostro sistema fiscale è costituito da 3 attori: il legislatore, l’Amministrazione finanziaria e la giustizia tributaria. […] Le Commissioni tributarie, però, si avvalgono della struttura organizzativa ed economica del Ministero dell’Economia e delle Finanze a cui appartiene anche l’Agenzia delle Entrate che è la controparte del contribuente. Ora, nessuno mette in discussione l’indipendenza e l’imparzialità dei giudici tributari, ci mancherebbe, sta di fatto che il problema esiste e nel contenzioso giuridico tra fisco e contribuente lo squilibrio c’è e, purtroppo, è a svantaggio di quest’ultimo”.

Insomma, con un sistema fiscale così complesso e in continuo cambiamento si rischia di rallentare ulteriormente l’Italia, poiché non solo i nostri imprenditori si scoraggiano, ma quelli stranieri non sono di certo incentivati a investire soldi sul nostro suolo. Che sia arrivata l’ora di rendere il tutto più snello e semplice?

[fonti articolo: today.it, quifinanza.it, farodiroma.it]

[foto: today.it]

Loading...

Vi consigliamo anche