0 Shares 276 Views
00:00:00
22 Apr

Ema: Milano perde al ballottaggio contro Amsterdam

Emanuele Calderone - 21 novembre 2017
Emanuele Calderone
21 novembre 2017
276 Views
l'ema sarà spostata ad Amsterdam

L’agenzia europea del farmaco, che fino ad oggi ha avuto la sede centrale a Londra, a breve dovrà lasciare la Gran Bretagna a causa della Brexit. Alcune città sparse in tutta Europa avevano proposto la loro candidatura, ma due su tutte sembravano essere in cima alla lista: Amsterdam e Milano.

Dopo le elezioni, che fino all’ultimo hanno visto le città pari, la scelta della sede è ricaduta sulla capitale dei Paesi Bassi: per il capoluogo lombardo oltre al danno d’immagine, anche la beffa. Milano, infatti, non è stata scelta solo per una semplice casualità: al terzo voto finale si è deciso di estrarre a sorte la vincitrice. La decisione ha fatto storcere la bocca non solo al sindaco della città, Sala, ma anche al presidente del consiglio Gentiloni, che su Twitter ha scritto “Grazie a Milano e grazie a tutti coloro che si sono impegnati per Ema, nelle istituzioni e nel privato. Una candidatura solida sconfitta solo da un sorteggio. Che beffa!”. Roberto Maroni, dal suo canto, ha detto “La monetina è triste. È il paradigma di un’Europa che non sa decidere. Penso occorra assumere qualche iniziativa, vedremo. Il sorteggio e’ un po’ il paradigma di questa Europa che non sa decidere, non sa assumersi le responsabilità e lascia ad altri o alla sorte. Il modo peggiore per rapportarsi con i Paesi, un modo che genera non solo delusione ma anche tristezza. Un’Unione di Paesi che non sa decidere, nel bene e nel male, genera proprio questo sentimento”.

Il primo cittadino ha invece dichiarato “Veramente un po’ assurdo essere esclusi perché si pesca da un bussolotto. Tutto regolare ma non normale. È possibile che alla fine ci sia stato anche qualche accordo politico. La mia valutazione è che nelle prime due votazioni è stato fatto valere il valore dei dossier, mentre dalla seconda votazione in poi sono partite le telefonate tra governi”.

Insomma, la città sembrava essere veramente la candidata perfetta per poter ospitare un’agenzia così importante come l’Ema, ma una questione di pura casualità ha fatto saltare tutti i piani delle sfere politiche. Peccato.

[fonti: ansa.it, repubblica.it, ilsole24ore.com]

[foto: thetimes.co.uk]

Loading...

Vi consigliamo anche