0 Shares 251 Views
00:00:00
18 Jul

Lavoro: in arrivo assunzioni per 50 mila precari

Emanuele Calderone - 24 novembre 2017
Emanuele Calderone
24 novembre 2017
251 Views
Al via le assunzioni per 50 mila lavoratori precari della pubblica amministrazione

A partire dal 1 Gennaio 2018, la vita di 50 mila precari della pubblica amministrazione potrebbe cambiare per sempre: il governo, infatti, ha deciso di dare il via alle assunzioni, regolarizzando la posizione di molti lavoratori che, da anni, versano in stato di precarietà.

L’ok è arrivato nei giorni scorsi, dopo che la ministra della pubblica amministrazione, Marianna Madia, ha firmato la relativa circolare. Le assunzioni inizieranno a partire dall’inizio del prossimo anno e si protrarranno sino al 2020. La circolare prevede, per il futuro, solo l’adozione di collaborazioni genuine. La circolare dice “Il divieto […] è da intendersi in combinato disposto con la previsione del successivo comma 8, che consente la proroga dei corrispondenti rapporti di lavoro flessibile, anche oltre il termine di trentasei mesi. In particolare, il suddetto divieto è circoscritto esclusivamente alle professionalità e alle posizioni oggetto delle procedure di reclutamento speciale di cui ai commi 1 e 2 dello stesso articolo 20 e si applica dunque nel caso in cui le risorse dell’articolo 9, comma 28, del d.l. 78/2010, siano impegnate nel suddetto piano triennale di reclutamento speciale. Il divieto non opera, invece, nel caso e nella misura in cui le amministrazioni mantengano disponibili le risorse per l’utilizzo secondo il predetto articolo 9, comma 28, anche al fine di sopperire ad esigenze sostitutive di personale assente dal servizio con diritto alla conservazione del posto. Le amministrazioni che hanno necessità di ricorrere a tipologie di lavoro flessibile dovranno quindi privilegiare, per il reclutamento speciale, l’utilizzo di risorse di turn over ordinario nel rispetto del principio dell’adeguato accesso dall’esterno”.

L’arrivo di queste assunzioni rappresenta dunque una vera e propria boccata d’aria fresca per i lavoratori, che potranno dunque vedere la propria pozione regolarizzata definitivamente; anche per il governo, questa mossa potrebbe rappresentare una mossa strategica in vista delle prossime elezioni politiche.

[fonti articolo: funzionepubblica.gov.it, rainews.it, quotidiano.net, repubblica.it]

[foto: fondazionerespublica.org]

Loading...

Vi consigliamo anche