0 Shares 22 Views
00:00:00
18 Feb

Scuola: bonus merito. Ecco quello che c’è da sapere

Emanuele Calderone - 13 febbraio 2018
Emanuele Calderone
13 febbraio 2018
22 Views
Bonus scuola

Il rinnovo contrattuale dei lavoratori delle scuole è da tempo fonte di scontri tra lavoratori e il MIUR. Se qualche giorno fa si era parlato di un aumento previsto di 96 €, che sarebbero finiti nelle buste paga dei lavoratori -sia insegnanti che personale amministrativo-, il Ministero ha deciso di fare chiarezza su quanto sta accadendo.

In una lunga nota, fanno sapere che “Poiché l’articolo 40 del decreto legislativo 165 del 2001 fa rientrare tra le materie di contrattazione anche la valutazione delle prestazioni ai fini della corresponsione dei premi, il testo siglato venerdì scorso, che, va ricordato, è il primo rinnovo che arriva dopo l’approvazione della legge 107, prevede che le scuole contrattino i criteri generali per la determinazione dei compensi previsti dal cosiddetto bonus dei docenti. Quindi non i criteri valutativi, ma i criteri per la determinazione del suo ammontare: ad esempio, il dirigente scolastico e la parte sindacale potranno convenire, in sede di trattativa, di prevedere un valore economico minimo o massimo per il premio individuale”. La nota prosegue chiarendo che “quelli inseriti nel rinnovo contrattuale sono dei principi di trasparenza che mirano a rafforzare e non a indebolire l’istituto del bonus che, anzi, entra a regime. Resta ferma, poi, la procedura prevista dalla legge 107 del 2015 per la determinazione dei criteri per la valutazione che non sono soggetti a contrattazione, nonché la competenza del dirigente per l’individuazione dei docenti meritevoli”.

Ad assegnare i bonus saranno, come già accadeva in precedenza, i dirigenti scolastici. Il valore complessivo del bonus passa dai 200 milioni annui ai 160 a regime, con la possibilità concreta che possa crescere, sfondando la soglia precedente dei 200 milioni.

I 96€, dunque, rimangono confermati, con la possibilità che possano aumentare. Il MIUR, comunque, pubblicherà nei prossimi giorni una nota aggiornata, nella quale sarà possibile comprendere al meglio e nel dettaglio tutti i cambiamenti apportati al contratto.

[fonti articolo: tecnicadellascuola.it, ilsole24ore.com, orizzontescuola.it]

[foto: cislscuolaviterbo.it]

Loading...

Vi consigliamo anche