0 Shares 7 Views
00:00:00
13 Dec

Bomba davanti alla caserma di Roma dei Carabinieri

La Redazione
7 dicembre 2017
7 Views
Bomba davanti alla caserma di Roma dei Carabinieri di via Britannia

Un ordigno è esploso nella mattina del 7 dicembre presso la Stazione dei Carabinieri di Roma situata in via Britannia. Fortunatamente non ci sono stati feriti e i danneggiamenti sono solo materiali. Si è trattata di una bomba rudimentale posizionata davanti alla portone della stazione di San Giovanni che è esplosa intorno alle 5.30, fortunatamente in quel frangente non vi erano nemmeno passanti. E’ ritornata nuovamente la paura di un ipotetico attacco terroristico. Edmondo Cirielli commenta l’accaduto accusando sia i social network che le istituzione che nell’ultimo periodo hanno aizzato gli animi contro le forze dell’ordine promuovendo una campagna di delegittimazione a loro sfavore. Il deputato di Fratelli D’Italia si riferisce anche alle false notizie che avevano destato scandalo ed acceso gli animi dei più con la notizia che un carabiniere di Firenze aveva appeso nella propria stanza, un alloggio di servizio, una bandiera nazista. In questo modo si da spazio solo agli animi violenti di armarsi e di ricorrere a questi episodi che potrebbero anche diventare delle vere e proprie tragedie. Le indagini per chiarire quanto è accaduto sono state affidate ai Carabinieri del Nucleo Informativo di Roma e ai Carabinieri del Ros. Sul posto è accorso subito anche il comandante provinciale dei Carabinieri di Roma, Antonio De Vita. Intanto resta fermo sulle sue posizioni il deputato Cirielli che ancora una volta dichiara che le forze dell’ordine sono fondamentali per garantire sicurezza e legalità e coloro che hanno creato questo clima di odio dovranno chiedere scusa.

La Procura di Roma ha già avviato un inchiesta contro ignoti e l’ipotesi di reato interessato è quello di terrorismo, secondo l’art. 280 bis del codice penale. Al momento però non vi sono dei sospettati e non si escludono nemmeno altre piste investigative. Infatti a posizionare l’ordigno può essere stato anche un gesto di minaccia per le indagine in corso che sono oggetto dell’attività investigativa della stazione dei Carabinieri di San Giovanni. Infatti si esclude che sia stato posizionato da professionisti malavitosi dato che l’ordigno si presentava rudimentale. Il Capo della Polizia Franco Gabrieli invita tutti a mantenere la calma, senza creare allarmismi, in quanto si è trattato di un episodio unico e chi lo ha commesso ha anche fatto in modo che non vi fossero danni a persone. Infatti è esploso in un’ora in cui la zona era completamente deserta. Ciò non toglie che si sia trattato di un gesto riprovevole. Sono al vaglio anche le telecamere di videosorveglianza della zona per cercare qualche indizio riconducibile all’autore o autori del fatto.

[Foto: www.nanopress.it]

Vi consigliamo anche