0 Shares 215 Views
00:00:00
17 Jul

Corea del Nord: ennesimo test nucleare

La Redazione - 29 novembre 2017
La Redazione
29 novembre 2017
215 Views
Corea del Nord. Ennesimo test nucleare

Non si fermano gli esperimenti nucleari in Corea del Nord, nonostante le altre nazioni abbiano più volte manifestato la loro preoccupazione in merito. Nella prima mattinata del 29 novembre un nuovo test è stato registrato: un missile Hwasong-15 ha volato per circa quarantacinque minuti e alla velocità di seicento miglia, per poi cadere nel Mare del Giappone.

La provocazione nordcoreana, com’era prevedibile, ha suscitato delle reazioni contrastanti, soprattutto da parte della Cina. Geng Shuang, attuale Ministro degli esteri cinese, si è espresso in merito a questi nuovi test nucleari dichiarando che bisogna mantenere una maggiore stabilità politica in tutta la penisola.

Secondo “Yonhap”, agenzia di stampa molto attiva in Sud Corea, questo esperimento ha permesso a Pyongyang di provare se il loro missile è in grado di portare a bordo una testata nucleare. Ma esso rappresenta un monito, una prova di forza che attesta i tentativi, ormai dichiarati, da parte di Kim Jong-un e del suo staff di tenere in allarme il mondo intero.

Per la Russia si è trattato di un lancio irresponsabile da parte della Corea del Nord. Leonid Slutski, Presidente della commissione affari internazionali, ha puntato i riflettori sul comportamento che Washington e Seul hanno avuto negli ultimi tempi in merito alle provocazioni create ad hoc dal governo di Pyongyang. Slutski, infatti, parla di una politica americana e cinese votata poco al dialogo ma più alla retorica e, in un periodo storico delicato come questo, questo è un atteggiamento da evitare.

Naturalmente da Pyongyang arrivano notizie confortanti in merito a questo ennesimo test missilistico, che per loro è stato un successo. La replica di Donald Trump è stata immediata: il presidente americano ha dichiarato di “occuparsene al più presto” e di sostenere il premier giapponese Shinzo Abe, un alleato importante per mettere pressione alla Corea del Nord.

In queste ore è prevista una nuova riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, ma con questi continui test nucleare voluti da Kim Jong-un rischiano di provocare un conflitto mondiale. Per il Pentagono la Corea del Nord starebbe perfezionando il raggio d’azione dei suoi missili in modo da tenersi pronta in caso di attacco.

Infine, anche Angelino Alfano parla di minaccia per la sicurezza delle nazioni occidentali. Oltre a condannare i test nordcoreani, il nostro Ministro degli esteri parla di una concreta minaccia alla stabilità anche per l’Italia, che potrebbe restare coinvolta in caso di conflitto. Il futuro del mondo, fin quando dal governo di Pyongyang non arriveranno segnali di pace, sarà sempre a rischio.

[Foto: www.lastampa.it]

Loading...

Vi consigliamo anche