0 Shares 192 Views
00:00:00
18 Jul

Myanmar: il Papa esorta al rispetto per i Rohingya

Emanuele Calderone - 29 novembre 2017
Emanuele Calderone
29 novembre 2017
192 Views
Papa Francesco in Myanmar per difendere i diritti dei Rohingya

Papa Francesco si trova attualmente in viaggio in Myanmar, una terra che per molti anni ha vissuto nel terrore della dittatura: da qualche tempo, il paese sta cercando di tornare alla normalità. Una delle personalità più in vista della Birmania è il premio nobel per la pace Aung San Suu Kyi, che ricopre anche il ruolo di ministro degli esteri e Consigliere di Stato.

Nonostante qualche sforzo fatto, ancora sono molte le inuguaglianze nel Paese: la minoranza che al momento sta conoscendo più da vicino l’orrore dell’intolleranza è rappresentata dai Rohingya, un gruppo etnico di fede islamica.

Durante l’incontro con Aung San Suu Kyi, Bergoglio ha detto “a pace arriva solo dal rispetto dei diritti umani. Il futuro del Myanmar deve essere la pace, una pace fondata sul rispetto della dignità e dei diritti di ogni membro della società, sul rispetto di ogni gruppo etnico e della sua identità, sul rispetto dello stato di diritto e di un ordine democratico che consenta a ciascun individuo e ad ogni gruppo, nessuno escluso, di offrire il suo legittimo contributo al bene comune”.

Alle parole del Papa hanno fatto seguito quelle di Suu Kyi, che dal suo canto ha dichiarato “Il nostro governo ha l’obiettivo di fare emergere la bellezza della nostra diversità e di rafforzarla, proteggendo i diritti, incoraggiando la tolleranza e garantendo la sicurezza a tutti”.

Nonostante le parole spese dalla ministra degli esteri birmana, le critiche nei suoi confronti non si placano: in molti, infatti, l’avevano criticata recentemente per non aver preso una posizione decisa riguardo alla condizione di estremo disagio in cui versano i Rohingya.

Ora bisogna solo sperare che la Nazione faccia qualcosa, per poter garantire il rispetto dei diritti fondamentali anche a questa minoranza.

[fonti articolo: tgcom24.mediaset.it, repubblica.it, ilpost.it]

[foto: ilpost.it]

Loading...

Vi consigliamo anche