0 Shares 199 Views
00:00:00
21 Apr

Berlusconi da Fazio: ‘prossimo premier? Generale Gallitelli’

Gianfranco Mingione - 27 novembre 2017
Gianfranco Mingione
27 novembre 2017
199 Views
berlusconi-intervistato-da-fazio

Silvio Berlusconi è il passato o il futuro? Fabio Fazio, durante l’intervista a Berlusconi andata in onda nel corso del programma Che tempo che fa, su Rai 3, chiede subito all’ex premier se lui rappresenti il passato il futuro e l’ex premier risponde: “Io sono il presente”. È un’intervista che abbraccia i momenti più intensi della vita del leader di Forza Italia: dalla sua infanzia difficile, qualche battuta per poi arrivare fino ai temi politici più attuali come il no allo Ius Soli. Su quest’ultimo argomento ha affermato: “Noi non votiamo la fiducia allo Ius soli, non si può dare la cittadinanza solo perché hanno frequentato cinque anni la scuola italiana”.

Berlusconi lavora al programma che possa tenere uniti Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega Nord. L’ex cavaliere parla anche del suo presente, tutto incentrato alla costruzione del programma elettorale per le politiche del 2018: “È un presente molto operoso, sto lavorando a un programma che è un work in progress che dovrà avere l’approvazione di Fratelli d’Italia e della Lega. Poi c’è un passato in cui ho realizzato cose molto difficili, raggiungendo traguardi che hanno suscitato l’invidia di chi diceva che non ci sarei mai riuscito. Ora mi sono incontrato con gli italiani che, delusi da questa politica, hanno deciso di non votare, per convincerli a votare e evitare il pericolo 5 Stelle”.

Il M5s peggio dei comunisti del ’94. Niente alleanza con il Partito Democratico. Fazio chiede all’ex premier se teme che l’elettore deluso, di fronte alla proposizione dei “vecchi”, non opti poi per i candidati del Movimento Cinque Stelle: “nel ‘94 sono sceso in campo per evitare il pericolo dei comunisti, ha affermato Berlusconi. Oggi c’è un pericolo più grande”. Per il leader di Forza Italia il M5s è composta da “persone che non hanno mai combinato nulla di buono, non hanno mai lavorato”. E in merito all’alleanza con il Partito Democratico, afferma: “noi siamo già al 38%, nessuna possibilità di alleanza con la sinistra, siamo distanti. Nel 2013, quando ritornai in campo, nel giro di 23 giorni di campagna elettorale aggiunsi 10 punti. Ora abbiamo davanti quattro mesi per crescere”.

Il prossimo premier? Il generale Gallitelli. Le elezioni sono vicine e Berlusconi, che potrebbe essere ancora incandidabile se la sentenza di Strasburgo non arrivasse in tempo o fosse negativa, pensa ad un’eventuale candidato premier: “penso a qualcuno che abbia fatto cose di successo come Gallitelli, uno dei migliori vertici del corpo dei carabinieri”. L’ex premier spiega che Gallitelli è un nome che fa da “esempio”: “Qualcuno che nel mondo del lavoro, dell’impresa, del terzo settore possa essere visto positivamente per i traguardi raggiunti”.

(Foto: Sky TG24)

Loading...

Vi consigliamo anche