0 Shares 171 Views
00:00:00
23 May

Grasso su rientro salme Savoia: ‘atto di compassione, no a revisionismi’

Gianfranco Mingione - 19 dicembre 2017
Gianfranco Mingione
19 dicembre 2017
171 Views
Vittorio-Emanuele-III-salma-rientra-in-italia

La comunità ebraica di Roma: no alla sepoltura al Pantheon per l’ultimo re d’Italia. Il dibattito sul rientro delle salme di Vittorio Emanuele III, ultimo re d’Italia, e della sua consorte, la regina Elena, continua a dividere l’opinione pubblica. A protestare per il rientro sono in molti ed in prima fila c’è la comunità ebraica romana, contraria alla tumulazione del feretro di Vittorio Emanuele III presso il Pantheon: “Ho letto e sono convinta che le istituzioni su questo, come ci hanno dimostrato negli ultimi anni, sapranno prendere la posizione giusta. Sarebbe veramente uno scempio mettere la salma vicino a questo luogo che è stato quello della deportazione di tanti ebrei italiani”, ha dichiarato la presidente della comunità ebraica di Roma Ruth Dureghello, intervistata durante la presentazione del restauro del Portico d’Ottavia.

Il presidente del Senato, Pietro Grasso: “il rientro della salma un atto di umana compassione”. Sulla stessa linea è il presidente del Senato, Pietro Grasso, leader della lista di sinistra Liberi e Uguali, candidato a premier per le elezioni politiche del 2018: “Un paese maturo e democratico deve saper fare i conti con il proprio passato. Le responsabilità prima, durante e dopo l’avvento del fascismo, così come la firma delle vergognose leggi razziali, non consentono alcun revisionismo”, dichiara in una nota Grasso. Il presidente del Senato esclude poi per i reali “la possibilità della tumulazione al Pantheon, è un mero atto di umana compassione senza alcun onore pubblico, gestito con prudenza e sobrietà”.

Le spoglie dell’ex re erano in Egitto. La salma di Vittorio Emanuele III è rientrata dall’Egitto domenica scorsa con un aereo cargo dell’aeronautica militare italiana. L’ex re abdicò in favore di suo figlio Umberto II un anno dopo la fine della seconda guerra mondiale, il 9 maggio del 1946. I Savoia si battono tuttora affinché le spoglie degli ultimi reali vengano tumulate al Pantheon, dove si trovano i resti dei re d’Italia.

(Foto: Unione Monregalese)

Loading...

Vi consigliamo anche