0 Shares 86 Views
00:00:00
16 Jan

Matteo Renzi risponde a chi lo da per finito

Emanuele Calderone - 8 novembre 2017
Emanuele Calderone
8 novembre 2017
86 Views
Matteo Renzi non si da per vinto

Le regionali in Sicilia hanno delineato un nuovo assestamento all’interno del panorama politico italiano, in cui due forze politiche si sono spartite i voti: centro-destra e movimento 5 Stelle, infatti, hanno surclassato il Partito Democratico, molto più attardato.

La debacle della sinistra italiana è da attribuire, secondo molti, al suo uomo chiave: Matteo Renzi. Evidentemente stanco e forse un po’ seccato da quanto sta accadendo in Italia, Renzi ha scritto nell’e-news un lungo pensiero nel quale analizza la situazione. Dice l’ex primo ministro “Sono mesi che cercano di mettermi da parte, ma non ci riusciranno nemmeno stavolta. […] Dire che il problema sono io per il voto in Sicilia si colloca nello stesso filone: utilizzare ogni mezzo per togliere di mezzo l’avversario scomodo. Che poi è l’obiettivo di chi è contro di noi. Non a caso Di Maio rinuncia al confronto”. Senza farsi impaurire dagli ultimi risultati poco entusiasmanti, continua affermando che “Già oggi siamo in coalizione e siamo pronti ad allargare ancora al centro e alla nostra sinistra. Condivido a questo proposito le riflessioni di Dario Franceschini. Non abbiamo veti verso nessuno, noi. Alle elezioni, se il Pd fa il Pd e smette di litigare al proprio interno, possiamo raggiungere, insieme ai nostri compagni di viaggio, la percentuale che abbiamo preso nelle due volte in cui io ho guidato la campagna elettorale: il 40%, raggiunto sia alle Europee che al Referendum”.

Insomma, un Matteo Renzi stanco sì, ma che non si lascia di certo intimidire da chi lo vorrebbe politicamente finito. Quale sia il suo futuro nel panorama italiano ce lo diranno solo le prossime elezioni politiche.

[fonti articolo: tgcom24.mediaset.it, corriere.it, repubblica.it]

[foto: corriere.it]

Loading...

Vi consigliamo anche