4 Shares 15 Views
00:00:00
16 Dec

USA: lo spostamento dell’ambasciata americana si farà

Emanuele Calderone - 6 dicembre 2017
Emanuele Calderone
6 dicembre 2017
4 Shares 15 Views
USA: lo spostamento dell'ambasciata americana si farà

Da Tel Aviv a Gerusalemme: il presidente statunitense Donald Trump non ha più dubbi, lo spostamento si farà, è solo questione di tempi, questi ancora tutti da definire.

A darne conferma è stato lo stesso Trump, che ha confermato la scelta anche al presidente palestinese Abu Mazen, raggiunto telefonicamente nelle scorse ore.

Nel corso della telefonata, Abu Mazen ha informato Trump “dei pericoli di una tale decisione sul processo di pace, sulla sicurezza e la stabilità nella regione e nel mondo. Non ci può essere nessuno Stato palestinese senza Gerusalemme est come capitale, in conformità con le risoluzioni di legittimità internazionale e l’iniziativa di pace araba”. Il portavoce del leader palestinese ha fatto sapere inoltre che “Il presidente continuerà i suoi contatti con i leader mondiali per prevenire azioni inaccettabili”.

La scelta americana ha determinato anche reazioni nette da parte sia della Turchia che da parte di Israele, da anni alleato con gli USA. Erdogan ha infatti definito Gerusalemme come una “linea rossa per i musulmani”, sottolineando come tale scelta porterà inevitabilmente a una rottura dei rapporti tra Turchia e Israele.

Il portavoce del ministro degli Esteri Emmanuel Nahshon, dal canto suo, ha ribattuto dichiarando “Gerusalemme è la capitale del popolo ebraico da tremila anni e la capitale di Israele da 70, senza riguardo se sia riconosciuta o meno da Erdogan”.

Insomma, ancora una volta Donald Trump ha compiuto una mossa che fa discutere: da una parte gli alleati israeliani plaudono alla scelta, dall’altra turchi e palestinesi sembrano ben più restii.

[fonti articolo: tgcom24.mediaset.it, ilmessaggero.it, corriere.it]

[foto: www.lastampa.it]

Loading...

Vi consigliamo anche