Paolo Bonolis, Sonia Bruganelli e i problemi della loro piccola Silvia

Paolo Bonolis e la moglie in fuga in Oriente per il 14esimo anniversario di nozze: ecco come l'amore ha aiutato la coppia a superare le difficoltà della figlia

Paolo Bonolis e sua moglie Sonia Bruganelli sono stati fino a qualche settimana fa in Oriente, un viaggio in Giappone che si sono concessi come parentesi dal lavoro (lei è titolare di un’agenzia di casting). Tutto in romantica solitudine in occasione del loro 14esimo anniversario di matrimonio.

Nessuno dei figli a seguito dunque: né la maggiore Silvia, ormai tredicenne, né Davide di 11 anni o Adele, di 8. Una breve vacanza postata persino sui social che ha regalato alla coppia – da molti definita inossidabile – un po’ di privacy e relax.

paolo bonolis

La ricorrenza era certo particolare, ma per i due premurosi genitori nulla fa dimenticare la condizione della figlia più grande, nata con una cardiopatia che, anche dopo un intervento, ha compromesso in parte il suo sviluppo, come la stessa moglie del conduttore solo un anno fa raccontava alla stampa*.

Il post operatorio è stato problematico – aveva detto – e l’ha portata ad avere un po’ di ritardi nell’iter della crescita. Abbiamo faticato molto, ma ora stiamo gioendo di tutti i suoi progressi.” Nonostante il lavoro, le cure e la presenza della famiglia di Silvia non sono mai mancate.



Oggi si contano le tappe raggiunte dall’ormai adolescente e si notano anche ampi margini di miglioramento che rincuorano sulle sue condizioni, anche per il futuro. “Grazie a un costante supporto di logopedia e di fisioterapia per la riabilitazione – aveva dichiarato Sonia – Silvia diventa ogni giorno più autonoma e aggiunge un tassello importante al suo cammino”.

[*fonte: vanityfair.it –www.huffingtonpost.it]