0 Shares 24 Views
00:00:00
15 Dec

Pasta frolla per crostata: la ricetta e i consigli

LaRedazione
15 dicembre 2013
24 Views
pasta_frolla per crostata ricetta originale

Chi non conosce la pasta frolla? E’ sicuramente una delle paste-base più utilizzate in pasticceria per la preparazione di crostate e dolci di ogni genere. La sua preparazione non è difficile e richiede pochi ingredienti, facilmente reperibili. Tuttavia, come tutte le cose semplici, anche la preparazione della pasta frolla richiede l’utilizzo di qualche accortezza.

Ecco la ricetta originale e i preziosi consigli per la buona riuscita della vostra pasta frolla.

Ingredienti:
– 500 gr di farina
– 200 gr di zucchero
– 250 gr di burro
– 4 tuorli d’uovo
– 1 pizzico di sale

In una terrina molto capiente lavorate la farina, il burro e un pizzico di sale. Il burro deve essere lavorato a freddo durante tutta la preparazione della vostra pasta frolla, per non far perdere al composto la sua consistenza soda.
Quando l’amalgama ha raggiunto un aspetto granuloso unite lo zucchero, continuando a lavorare il composto con un cucchiaio. Trasferite il tutto su un piano da lavoro, meglio se di legno. Create uno spazio al centro dell’impasto, a formare una fontanella, in cui collocherete i quattro tuorli da unire al composto. Durante questa fase potete anche aromatizzare la vostra frolla a piacimento, aggiungendo un goccio di essenza di vaniglia o la scorza grattugiata di un limone.
La lavorazione deve avvenire con le mani, il più velocemente possibile per non sciogliere completamente il burro, fino a ottenere una palla di aspetto omogeneo e dalla consistenza compatta ed elastica. Ultimata la preparazione, la pasta deve riposare al fresco per almeno mezz’ora prima di essere stesa, meglio se avvolta in un pezzo di pellicola trasparente.

La pasta frolla si presta a lunghe conservazioni se congelata, ma può essere lavorata anche fino a due giorni dopo se correttamente conservata in frigo: non dimenticate che contiene burro e uova fresche. Il segreto di una buona lavorazione della frolla risiede sicuramente nel non far raggiungere al burro la temperatura di scioglimento, che gli impedirebbe di svolgere al meglio la sua funzione legante e farebbe perdere elasticità e compostezza alla pasta. Questo è il motivo per il quale il burro va unito all’impasto appena tolto dal frigorifero. Se durante la lavorazione notate difficoltà nel tenere uniti gli ingredienti, troppo liquidi e poco compatti, fate caso alla temperatura delle vostre mani: probabilmente sono troppo calde. Se viceversa l’impasto è troppo granuloso e difficile da lavorare, basterà aggiungere poco a poco non più di mezzo bicchiere di acqua fredda.
Grazie a questi pochi e semplici consigli avrete anche voi la vostra pasta frolla perfetta, pronta a essere impiegata per una crostata alla frutta o per deliziosi biscottini.

 

Loading...

Vi consigliamo anche