0 Shares 6 Views
00:00:00
12 Dec

Come preparare la vellutata di zucca

LaRedazione
25 dicembre 2013
6 Views
ricetta vellutata di zucca

Come potete immaginare è inutile dire che, per la preparazione della vellutata di zucca, il trucco sta nel riuscire a procurarsi un eccellente pezzo di zucca, preferibilmente del tipo mantovano che, sicuramente, è fra quelle di qualità migliore. La sua polpa particolarmente zuccherina e pastosa, infatti, si presta molto per realizzare questa crema.

La zucca deve essere lavata con cura. Inutile andare alla ricerca di zucche biologiche perché, in realtà, questi ortaggi hanno la caratteristica di essere sempre non trattati. Vi state chiedendo come mai? Semplice! Hanno la fortuna di non essere attaccati dai parassiti. Ora che la zucca è pulita, sbucciatela non senza un qualche sforzo (ma ricordate, per consolarvi, che, secondo il sapere popolare, più la zucca è dura più è buona) e , quindi, tagliatela a tocchetti.

Vi aspetta, a questo punto, un altro compito un po’ ingrato. Quale? Versare qualche lacrima tagliando una cipolla che, subito dopo, andrà lasciata appassire con l’aggiunta di un buon olio extravergine di oliva. Trascorsi 5 minuti, quando già l’aroma del soffritto avrà solleticato il vostro appetito, aggiungete la zucca, il sale e il pepe e cuocete a pentola coperta per una decina di minuti, aggiungendo, di tanto in tanto, un po’ di brodo e rimestando con un cucchiaio di legno. Iniziate ad avere fame e siete impazienti di sapere per quanto tempo ancora deve cuocere la zucca? Almeno 20 minuti. Ma una volta cotta la zucca e tolta dal fuoco rimane da compiere un’altra operazione: la frullatura.

Aiutatevi con un mixer o con un frullatore e, in un attimo, la vostra crema di zucca è pronta, liscia, fumante e aspetta di essere assaporata con l’aggiunta di qualche crostino. Esistono altre versioni di questa ricetta? Naturalmente sì. Nella zona del mantovano e del cremonese, per esempio, viene aggiunto al composto una spolverata di noce moscata e un finissimo trito di amaretti che stemperano il gusto dolce di questo ortaggio.

Ma la ricetta sicuramente più bizzarra viene da uno chef toscano che ha osato un accostamento veramente ardito: liquirizia e succo d’arancia vanno a insinuarsi, forti del loro sapore deciso, in quello dolce e leggermente sapido della zucca. Non temete, al di là delle apparenze questa insolita mescolanza dà vita a un piatto eccezionale e innovativo. Ora che sapete come preparare la vellutata di zucca non vi rimane altro da fare che mettervi al lavoro e sperimentare le diverse possibili ricette. Vinca la migliore!

Vi consigliamo anche