0 Shares 10 Views
00:00:00
15 Dec

Via Fondazza a Bologna: la social street che ha fatto scuola

Michela Fiori
21 novembre 2013
10 Views

La storia che vi stiamo per raccontare inizia a Bologna, in via Fondazza, una strada del centro storico in cui un semplice cittadino, Federico Bastiano, ha sentito l’urgenza di ricreare con il suo vicinato un senso di comunità e sostegno reciproco ormai perso in molte città italiane. Per sentire quella via e quella città un po’ più sue Federico ha deciso di iniziare dal social network più usato Facebook. Ha creato un gruppo chiuso “Residenti i via Fondazza a Bologna” in cui ha invitato a partecipare tutti i residenti della via. Lo scopo era uscire da una conoscenza e una partecipazione solo simulata, quella tipica del social network e ritrovare il piacere di conoscere chi ci abita vicino.

Il progetto ha riscosso immediatamente successo e via Fondazza è diventa la prima social street d’Italia dove dal Web si passa a conoscersi in strada. In pochi giorni la bacheca del gruppo Facebook è diventato il punto di riferimento degli abitanti della zona. C’è chi cerca un veterinario a domicilio, chi una lavanderia a gettoni e chi presta la sua lavatrice. C’è chi cerca una baby sitter e chi vuole assumerne una per tutti i bambini della via. Chi offre lezioni di pianoforte in cambio di un’ora di inglese. L’onda dell’entusiasmo conviviale ha travolto anche i negozianti che hanno offerto prodotti a prezzi scontati, menù riservati e persino prime cinematografiche dedicate ai residenti.

Inutile a dire che il gradimento dell’iniziativa è stato talmente tanto che gli echi di quello che succede in via Fondazza a Bologna si sono espansi anche in altre città, fino ad arrivare alle tv estere.

Sono pronti nuovi progetti a Milano, Ferrara, Pescara e Roma.

 

[foto: ilfattoquotidiano]

Loading...

Vi consigliamo anche