0 Shares 10 Views 1 Comments
00:00:00
13 Dec

Moda donna United Colors Of Benetton per l’Autunno/Inverno 2009/2010

3 agosto 2009
10 Views 1

United Colors Of Benetton ha presentato le collezioni Autunno/Inverno 2009/2010 per la donna dividendole in diverse categorie in relazione alla tipologia di donna cui si riferiscono.

Smart Start rimanda all’eleganza immediata “bon-ton”, necessaria per affrontare le giornate lavorative o di città; sobrietà cromatica mai banale anche se la cartella colore parla di blu, di grigi e di neri, spiazzati da tocchi di rosso. La collezione è costruita con tessuti dalle armature moderne e sofisticate, pur rispettando una tradizione tessile dedicata alla confezione e al capospalla.

Atmosfere couture grazie a tessuti jacquard, nido d’ape e ottoman adatti a cappottini chic o giacchine dosate nelle proporzioni. Crepe-satin, invece, pensato per abiti cocktail e grintosi pantaloni. Jersey cascante, perché di viscosa, perfetto per top dalle forme pulite e asciutte con motivi a righe o stampe all-over. La maglieria offre giochi discreti di trecce e losanghe. Il classico popeline per la camiceria è a compendio di tutto.

La città è pronta ad accogliere una donna elegante consapevole che nulla deve essere di troppo in ogni senso; ecco perché le linee di ogni singolo capo sono semplicemente adeguate, capaci di rendere il tutto “naturale”.

Brit Taste racconta invece di una tranquilla e sobria campagna inglese con le tradizionali nuances dei marroni e dei verdi viene vivacizzata da lampi di turchese. I tessuti rappresentano l’english style con i double, perfetti per i capospalla; il caldo shetland sia per la maglieria che per la confezione; le fantasie tweed o Prince of Wales adeguate a giacchine o cappotti.

In forte evidenza è posto il panno di lana per un rinnovato montgomery,
mentre l’oxford di cotone va in abbinata alla sempreverde camicia classica. Infine, effetti melange e grisaglia per le proposte di jersey arricchite da drappeggi e morbidezze di trama e ordito.

Una silhouette rigorosamente formale, racconta una femminilità evidenziata da sobrie linee in figura. E i pantaloni si concedono licenze provenienti direttamente dagli sport equestri.

Cabbage Patch Dolls è infine un viaggio nel mondo delle bambole un po’ folk e un po’ romantiche divertite e divertenti per l’utilizzo di colori forti e saturi, così da avere un inverno all’insegna del bluette, dell’arancio, del rosa e del viola.

La lana, vera e propria protagonista, presenta un aspetto battuto o leggermente infeltrito. Il cotone, invece, appare con una mano calda e morbida. Il jersey si avvicina al mondo tricot, sottoforma di angoretta e mohair. Grande spazio anche a macro-check, effetti sale e pepe e disegni chevron per gonne e capospalla. Menzione speciale per il nylon gommato dei piumini tagliati come bomber.

Un trionfo per colore e tessuti dai molteplici aspetti a braccetto con forme arrotondate, avvolgenti, morbide e dal richiamo vagamente infantile.

Vi consigliamo anche