0 Shares 8 Views
00:00:00
12 Dec

Saldi estate 2010: spenderemo davvero i nostri soldi?

28 giugno 2010
8 Views

L’arrivo dei saldi estivi è uno degli appuntamenti più attesi di questa stagione a causa anche del brutto tempo che ha caratterizzato la primavera e non ha permesso di acquistare abbigliamento ed accessori per l’estate.

I saldi estivi 2010 inizieranno ufficialmente il 2 luglio e si differenzieraranno da regione a regione in base a questo calendario ma per tutti l’imperativo è unico: fare affari.

Secondo le stime dell’Osservatorio Nazionale Federconsumatori, però, non ci sarà quel boom di acquisti che ci si aspetterebbe e anzi assisteremo a perdite comprese tra il 10% ed il 15% rispetto alla stagione dei saldi estivi 2009.

Anche Confesercenti sostiene che i saldi per l’estate 2010 non saranno un successo in quanto sono ben l’80% dei commercianti interpellati ad aver dichiarato di essere scettici rispetto al risultato delle prossime vendite promozionali che negli anni passati hanno rappresentato il 26% del fatturato complessivo degli esercizi di abbigliamento e calzature.

Nel tempo, complice la crisi, la quota della spesa per consumi destinata all’acquisto di capi di abbigliamento si è andata riducendo passando dal 10% del 1986 all’8% del 2004, fino al 6% di quest’anno; l’Italia ha perso il primato che deteneva insieme al Giappone all’inizio degli anni 2000 per la più elevata spesa per nucleo familiare destinata all’abbigliamento, avvicinandosi sempre ai più morigerati e cauti Paesi del Nord Europa.

Ecco il calendario dei saldi nelle principali città italiane: Torino 1 luglio – 30 settembre; Napoli 2 luglio – 29 settembre; Milano 3 luglio – max 60 gg.; Bologna 3 luglio – 4 settembre; Perugia 3 luglio – max 60 gg.; Roma 3 luglio – max 6 settimane; Bari 3 luglio – 15 settembre; Reggio Calabria 3 luglio – 31 agosto; Firenze 7 luglio – 7 settembre; Ancona 7 luglio – 30 settembre; Cagliari 8 luglio – 8 settembre; Genova 9 luglio – max 45 giorni; Palermo 10 luglio – 15 settembre; Venezia 17 luglio – 31 agosto.

Vi consigliamo anche