0 Shares 10 Views
00:00:00
15 Dec

Shopping in aeroporto, boom del duty free

dgmag - 21 agosto 2009
21 agosto 2009
10 Views

Sono sempre più i viaggiatori che sfruttano i tempi morti in aeroporto facendo shopping e permettendo a questi store di guadagnarsi il titolo di luoghi del lusso più frequentati in assoluto.

Quel che piace è che nei duty free, che vantano un’alta concentrazione di grandi griffe, dalle più esclusive boutique della moda ai negozi di prodotti tipici, senza escludere l’hi-tech (ma ci sono anche ristoranti, parrucchieri, farmacie e supermercati), si possono fare acquisti lontano dal caos della città, per di più nel tempo morto dell’attesa del volo. Tempo invece preziosissimo per i titolari degli esercizi che fanno a gara per accaparrarsi i punti più strategici dei terminal dove il viaggiatore non rinuncia a farci una capatina. E conti alla mano il giro d’affari è notevole: 37 miliardi di dollari nel 2008, di cui il 41,3% in Europa.

Le vendite globali di duty free e travel retail sono infatti cresciute in un anno dell’8,8%, almeno stando ai dati di Generation Research.

Un aumento che riguarda, in particolare, l’Italia che ha visto salire le vendite del 5,9% e considerando l’abbondante presenza dei marchi italiani della moda e del lusso nei duty free (Salvatore Ferragamo, Armani, Gucci, Zegna, Bulgari, Versace e altri hanno numerosi negozi nei maggiori scali internazionali), il nostro Paese si aggiudica un terzo circa delle vendite mondiali del settore abbigliamento e accessori, cui si aggiunge un’altra parte legata ai profumi e cosmetici made in Italy.

Ma stando alla classifica stilata dall’agenzia britannica di consulenza Skytrax, gli aeroporti del nostro Paese non figurano tra i primi dieci del mondo per le vendite duty free. Nella top ten ce sono comunque tre europei: Heathrow, Francoforte e Parigi.

Al comando della classifica c’è il Dubai Internationa Airport con un incasso di 1,1, miliardi di dollari, è il migliore anche per offerta. Non a caso Dubai è considerata la mecca degli amanti dello shopping.

Subito dopo viene Heathrow con i suoi 55 negozi e la cui fortuna è legata ai grandi magazzini Harrod’s che hanno aperto un mega store a due piani nel Terminal 5; altro paradiso dello shopping è il Charles de Gaulle di Parigi in cui sono stati spesi in un anno 230 milioni di euro.

Loading...

Vi consigliamo anche