0 Shares 12 Views
00:00:00
15 Dec

Assicurazioni moto: la polizza a periodi la scelta migliore

La Redazione
30 ottobre 2013
12 Views

Quando si acquista una due ruote e si deve procedere a stipulare una assicurazione, la prima cosa che viene in mente è rivolgersi alla propria compagnia assicurativa, ma è bene prestare attenzione alla tipologia di contratto che ci viene proposta. Per le assicurazioni moto, le esigenze sono differenti e la polizza a periodo potrebbe rappresentare per voi la scelta migliore.

Vediamo di cosa si tratta.

Per sua natura la moto è un mezzo che si presta in genere ad un utilizzo temporaneo. Al di là di casi particolari e di appassionati che non vengono scoraggiati nemmeno dalla neve sulle strade, è difficile che la due ruote venga tirata fuori dal garage ogni giorno.
In media i motociclisti si dividono in due categorie: quelli che usano la moto solo nel periodo estivo e quelli che, pur usandola tutto l’anno, la considerano un mezzo di svago più che un vero e proprio mezzo di trasporto e si limitano ad utilizzarla per le uscite del week end.
Mentre per questi ultimi la scelta migliore è in genere una polizza a consumo, che calcoli cioè il premio assicurativo sulla base di una previsione dei km percorsi, negli altri casi la scelta ideale è la polizza a tempo.

Ce ne sono di diverso tipo, ormai modulabili in base alle concrete esigenze.
Alla base della scelta ottimale vi è chiaramente una precisa conoscenza delle proprie abitudini: quando e quanto utilizziamo davvero la moto?
Se la usiamo quotidianamente, ma solo finché non arriva la stagione invernale, la scelta migliore è sicuramente quella della polizza a periodi, che offre una copertura completa, non limitata quindi ad un tetto di chilometri percorsi, ma che si attiva solo ed esclusivamente in un periodo dell’anno, in genere modulabile.
L’estensione del periodo di copertura incide ovviamente sul costo del premio assicurativo, ma cercando con attenzione e confrontando le ormai molte offerte disponibili anche online, è relativamente semplice individuare la soluzione che fa al caso nostro.
Se non siamo in grado di predeterminare con precisione il periodo di utilizzo del mezzo, è preferibile dirigersi verso le c.d. polizze temporanee, che permettono, dietro contatto della società di assicurazione, di sospendere momentaneamente l’operatività della RC moto. In questo caso tuttavia è bene considerare che alla base del contratto di assicurazione vi è comunque una polizza annuale e che l’opzione della sospensione potrebbe far lievitare i costi di gestione.

A conti fatti, per chi rientra nella media dei guidatori su due ruote, le assicurazioni moto che prevedono una polizza a periodi, sono la scelta migliore e se ad offrirla a condizioni vantaggiose è la stessa società alla quale affidiamo l’RC auto, è decisamente un’occasione da prendere al volo.

Loading...

Vi consigliamo anche