0 Shares 13 Views
00:00:00
16 Dec

Assicurazioni scooter: qual è la polizza più conveniente?

La Redazione - 4 novembre 2013
La Redazione
4 novembre 2013
13 Views

Trovare assicurazioni scooter veramente convenienti può rivelarsi meno facile del previsto perché i prezzi oscillano molto, a secondo della compagnia.

Tuttavia, quando si chiede un preventivo, tutte le assicurazioni si basano su alcuni parametri fondamentali come la cilindrata del veicolo o l’età e il luogo di residenza del conducente.
Ad esempio, le tariffe sono molto più convenienti se si abita in un piccolo centro, piuttosto che in una grande città, perché statisticamente, il numero degli incidenti è più basso.
Oltre alla convenzionale RC, obbligatoria per tutti i tipi di veicoli in circolazione,
le polizze più comunemente richieste sono:
1) “Incendio e furto” per la quale l’assicurazione risarcisce il conducente in caso di incendio o di rapina del veicolo (da fermo o mentre guida);
2) “Infortuni del conducente” che prevede un contributo economico in caso di infortunio fisico subito dal cliente mentre sta circolando;
3) “Assistenza”: fornisce soccorso se il conducente dello scooter si trova in difficoltà per un problema dovuto a disagiate condizioni di viabilità;
4) “Tutela Legale” per la quale la compagnia s’impegna a sostenere le spese legali dovute ad una controversia nella quale deve assistere e difendere l’assicurato.

Come accade per ogni altro tipo di assicurazione, l’acquirente deve scegliere quella più adatta alle sue esigenze e considerare tutte le varianti che incidono notevolmente sul prezzo finale.
Ad esempio la scelta che fa lievitare o meno, il costo di una polizza scooter è la franchigia fissa o il bonus-malus.
La prima è più idonea per coloro che hanno uno stile di guida più spericolato, il bonus/malus, invece, è consigliato per gli scooteristi più prudenti.
Infatti, se si stipula un contratto di franchigia fissa, in caso di sinistro, la compagnia non aumenta il costo dell’assicurazione, ma non lo diminuisce se il titolare della polizza si comporta in maniera virtuosa.
Ovviamente questo tipo di formula è rassicurante per chi è consapevole di provocare spesso incidenti, perché ha la comodità di sapere che l’importo dell’assicurazione non cambierà.

Diversamente, con l’opzione bonus-malus, l’assicurazione tiene conto del comportamento del cliente e, in assenza di sinistri, diminuisce il costo della polizza.
Prima di scegliere la compagnia di riferimento, è opportuno valutare le offerte migliori e la qualità dei servizi.
In questo senso, una polizza molto appetibile per chi non usa lo scooter tutto l’anno, è l’innovativa formula “Stop & Go” che consente, per un periodo temporaneo, di sospendere il contratto, fino a quando il veicolo non riprenderà a circolare.
Oltre alle tradizionali assicurazioni, i grandi gruppi sono presenti anche sul web e spesso offrono sconti particolari sopratutto a chi cumula diverse tipologie di polizze, o possiede una buona classe di merito.
Il consiglio è quello di utilizzare i “siti comparatori” che mettono a confronto, in tempo reale, più preventivi contemporaneamente.
Non esistono assicurazioni scooter “super convenienti” che vanno bene per tutti, ma selezionare le proposte migliori non è più una missione impossibile!

Loading...

Vi consigliamo anche