0 Shares 17 Views
00:00:00
12 Dec

18 novembre 2013: arriva la nuova Mini!

LaRedazione
9 agosto 2013
17 Views

La Mini è stata la prima vettura che ha ribaltato i canoni dell’industria automobilistica. Oggi oltre a rappresentare un’icona delle quattro ruote, può compiacersi per il fatto di essere stata lo spunto per la creazione di nuove compatte ad opera delle case automobilistiche concorrenti.
La data del debutto ufficiale non è lasciata al caso, infatti in quel giorno ricorre il 107mo anniversario della nascita dell’inventore della prima Mini (targata 1959), Sir Alec Issigonis.

La location dell’evento sarà l’impianto di Oxford Plant a Cowley, che ha concorso al successo e allo sviluppo di tutti i precedenti modelli Mini fatta eccezione per l’innovativa Countryman.
Il mega evento sarà preceduto da un appuntamento mondano già fissato per la sera precedente a Londra, che vorrà sottolineare l’allure del brand. Poi la nuova Mini si mostrerà in tutta la sua bellezza al grande pubblico in occasione di due dei più prestigiosi appuntamenti del settore auto: il Los Angeles Auto show e il Tokio Motor Show, entrambi al via il 20 novembre.
Non c’è dubbio comunque che il 2014 segnerà il successo di questo nuovo modello, grazie anche all’ambizioso progetto che Bmw ha riposto nella piattaforma “ULK1” che sarà responsabile della realizzazione di ben 23 modelli di auto tra Mini e Bmw.

Per quanto riguarda la nuova Mini, oltre alla gamma attualmente in commercio sono previsti tre modelli inediti tra i quali una berlinetta destinata al mercato orientale e una mini-MPV.
Inoltre, tra le novità più attese c’è la carrozzeria a 5 porte pensata non solo per la comodità dei più piccoli, ma per ampliare le vendite all’interno del segmento.
Per quanto concerne i propulsori non sono previsti cambiamenti particolari, se non il nuovo motore entry-level che sarà un tre cilindri, sia benzina che diesel, con diverse opzioni di cavalli. Rimane invariata l’offerta delle motorizzazioni più potenti.
Non è ancora certo il lancio di una versione ibrida, ma di sicuro il gruppo tedesco si auspica, nel complesso, un incremento delle vendite fino a 300 mila vetture.
Per toccare con mano la nuova Mini e per testare le sue prestazioni bisognerà comunque attendere il nuovo anno.

Vi consigliamo anche