0 Shares 16 Views
00:00:00
14 Dec

Assicurazioni auto, perchè così care?

La Redazione
24 ottobre 2013
16 Views

Le assicurazioni auto sono sempre più care. Quali sono le ragioni che giustificano il fatto che i premi delle polizze Rca italiane sono tra i più elevati del mondo?

Per legge, i veicoli a motore che circolano sulla rete stradale pubblica italiana devono avere un’apposita assicurazione che garantisca sempre la copertura della responsabilità civile del proprietario del mezzo, a tutelare gli altri utenti della strada da eventuali sinistri che dovessero avvenire.
Per mantenere in vigore la copertura assicurativa Rca è necessario, come per qualsiasi altra tipologia di polizza, pagare un premio annuale. Nel corso degli ultimi anni, l’ammontare dei premi da pagare per rinnovare la propria polizza Rca ha raggiunto livelli altissimi, che hanno portato le assicurazioni italiane ad essere considerate tra le più care del pianeta.
Le ragioni per spiegare questo poco onorevole primato sono diverse.

In primo luogo, è da ricordare come la frequenza media dei sinistri per numero di veicoli assicurati in Italia è decisamente più elevata rispetto a molti altri paesi europei.
Questo provoca un maggior esborso da parte delle assicurazioni per risarcire i danni causati dai loro assicurati e, di conseguenza, maggiori premi da pagare.

In secondo luogo, in Italia l’importo medio dei risarcimenti erogati dalle compagnie assicuratrici è decisamente più elevato rispetto al resto d’Europa.
Questo è dovuto, in gran parte, alla costante presenza di richieste di risarcimento per danni fisici causati dal sinistro. La gran abbondanza di richieste di risarcimenti per danni fisici è dovuta soprattutto alla particolare legislazione italiana, che prevede un vasto numero di casi in cui è possibile richiedere somme consistenti per infortuni ‘semi-permanenti’ di difficile diagnosi da parte dei medici. L’esempio probabilmente più conosciuto è il ‘colpo di frusta’.

Un terzo ed ultimo fattore da considerare per spiegare l’elevato ammontare dei premi assicurativi delle polizze Rca italiane riguarda inoltre il particolare regime fiscale del Belpaese.
I premi assicurativi Rca comprendono anche una quota riservata al ‘Fondo vittime della strada’ e un contributo destinato al Servizio Sanitario Nazionale.
Non va infine dimenticato che, dopo il recente aumento deciso dal Governo Letta (PD-PDL-Scelta Civica) che la ha portata a raggiungere il 22 %, l’aliquota Iva italiana è la più elevata del continente europeo.
Queste ragioni, combinandosi tra loro, fanno sì che i premi abbiano raggiunto livelli decisamente elevati: è questa la spiegazione del fatto che le assicurazioni auto italiane siano tra le più care del mondo.

Loading...

Vi consigliamo anche