0 Shares 10 Views
00:00:00
12 Dec

Assicurazioni temporanee: ecco come si comportano le compagnie assicurative

La Redazione
31 ottobre 2013
10 Views

Spieghiamo innanzitutto cosa sono le assicurazioni temporanee e a quale esigenza rispondono. Spesso per motivi vari utilizziamo l’auto o la moto solo per periodi limitati e tali periodi possono essere circoscritti temporalmente, ad esempio, chi lavora fuori magari prende in locazione una stanza e non porta con sé l’auto e quindi la stessa viene usata solo nel fine settimana, oppure, la moto viene utilizzata solo in estate e di conseguenza è inutile pagare il premio assicurativo per tutto l’anno. In questi casi l’assicurazione temporanea è l’ideale per risparmiare.

Cosa propongono le compagnie assicurative?
Deve essere premesso che non tutte le compagnie offrono questo tipo di prodotto, però possiamo avere tre alternative:
1) assicurazione giornaliera, ovvero per alcuni giorni della settimana durante l’anno;
2) l’assicurazione temporanea di durata da 1 a 3 mesi;
3) l’assicurazione pay for use o chilometrica che viene pagata in base ai chilometri percorsi, in questo caso inizialmente si paga un premio molto più basso del normale e poi in base alle rilevazione del sistema satellitare, si pagano a scadenza i km residui, possono essere stabiliti costi diversi per fasce chilometriche.
L’ultimo tipo di polizza, rispetto alle altre, è più flessibile perchè comunque la copertura è totale per l’anno e non c’è il rischio che non venga riconosciuto il danno causato.

Un modo per superare gli inconvenienti della polizza temporanea, ad esempio nel caso in cui assicuro l’auto per il periodo invernale, non la posso usare in estate e allora una soluzione alternativa possono essere le polizze annuali che però offrono la possibilità di essere sospese, in questo modo si può sospendere per poi riattivarla all’occorrenza.
Cosa coprono le assicurazioni temporanee? Anche le assicurazioni temporanee per essere valide devono assicurare il risarcimento dei danni provocati nei limiti dei massimali previsti per legge, le stesse poi possono essere accompagnate, a discrezione dell’automobilista, di ulteriori clausole accessorie o possono prevedere particolari limitazioni come ad esempio la guida esclusiva. Nel momento in cui però si limita la polizza a determinati periodi o giorni della settimana la rimanente parte non è coperta e le compagnie assicurative non coprono i danni causati. Proprio per questo motivo possono risultare più vantaggiose le chilometriche, visto che non hanno limiti temporali o le annuali che però possono essere attivate o sospese all’occorrenza consegnando tagliando e carta verde all’assicuratore.
Questa è solo una piccola disamina su come si comportano le compagnie assicurative con le assicurazioni temporanee.

Vi consigliamo anche