0 Shares 12 Views
00:00:00
17 Dec

Auto diesel, quale scegliere? Guida all’acquisto

La Redazione - 15 ottobre 2013
La Redazione
15 ottobre 2013
12 Views

Di questi tempi, la crisi ha intaccato molti dei risparmi delle famiglie italiane, e proprio per questo ogni acquisto deve essere per quanto possibile oculato e ponderato.Sul mercato è possibile scegliere tra tante combinazioni di alimentazione…quelle principali sono quatto: benzina, diesel, bifuel benzina-gpl e bifuel benzina-metano.

In questo articolo verrà presa in considerazione l’alimentazione diesel, per poterne analizzare i principali pregi e i principali difetti. La prima osservazione che bisogna fare è che, qualsiasi sia l’alimentazione scelta da voi, i vantaggi o i problemi che vi può portare dipendono anche in parte dalla qualità costruttiva e di progettazione del singolo modello di automobile che avete scelto di acquistare. In ogni caso, per poter valutare al meglio il comportamento di un motore diesel, è necessario valutare attentamente gli aspetti negativi piu di quelli positivi.

Per quanto riguarda gli aspetti negativi, bisogna immediatamente segnalare che il diesel rientrante nella normativa “Euro 5” di gas di scarico ha necessariamente installato un filtro antiparticolato (chiamato da molte case automobilistiche FAP o DFP) per ridurre le emissioni. Adesso mi chiederete…che svantaggio è?!? Lo svantaggio principale è che chi percorre un numero elevato di chilometri in città non puo possedere un auto diesel: il filtro si rigenera ogni 200-300 chilometri percorrendo per un po’ di tempo strada ad una velocità tra i 70 e i 90 km/ora… ora capirete perchè è impossibile rigenerare il filtro semplicemente girando in città. L’alternativa è una (costosissima) sostituzione di filtro e olio in officina. Per alcune auto, inoltre, per la salute del motore e di tutte le altre parti mobili dell’autovettura viene impiegato un olio molto raffinato, ma costoso: la sostituzione potrebbe portarvi via dal portafoglio anche un bel centone. Inoltre un motore diesel tendenzialmente al momento dell’acquisto in concessionaria ha un prezzo di listino maggiore rispetto alla motorizzazione equivalente benzina, e questa forbice di prezzo è recuperabile solamente percorrendo molti chilometri.

Passiamo ora agli aspetti positivi, non volevo mica spaventarvi! Innanzitutto, un motore diesel fa uso di un carburante che ha un costo di norma inferiore alla pompa rispetto alla comune benzina “verde”, la senza piombo, e in ogni caso garantisce percorrenze chilometriche superiori per litro di carburante. Questo significa che è indicato per chi percorre molti chilometri. Un’altro punto a favore del diesel è la maggiore coppia ad un numero minore di giri motore che il motore offre al guidatore medio. Questo si traduce in una migliore ripresa, una guida più rilassata e meno “esasperata”.

Loading...

Vi consigliamo anche