0 Shares 19 Views
00:00:00
18 Dec

Auto a Km 0 per risparmiare? Ecco quando conviene

La Redazione - 16 ottobre 2013
La Redazione
16 ottobre 2013
19 Views

Soprattutto per i neofiti del mercato automobilistico comprendere il concetto di auto a km 0 può risultare alquanto difficoltoso. Si tratta per la precisione di vetture del tutto nuove, ma che sono state già immatricolate a nome della casa madre o della concessionaria che la espone. La ragione che porta allo sviluppo di tale strategia è alquanto semplice. Tutto ciò infatti avviene quando il numero di modelli da portare sul mercato previsti dall’azienda risulta ampiamente superiore rispetto alla domanda dei potenziali acquirenti. Nonostante tutto però una fabbrica non può fermarsi, e così le concessionarie, stando agli accordi precedentemente pattuiti, continuano a ricevere auto, per le quali un cliente va trovato a tutti i costi. E’ sempre meglio quando questi è qualcuno in carne e ossa, ma in attesa del suo arrivo le società immatricolano le vetture a proprio nome.

Ormai gli eccessi di produzione riguardano qualsiasi marchio o quasi, come ad esempio Bmw, Mercedes, Audi e Jaguar. Dal gruppo delle auto di lusso paiono salvarsi soltanto Rolls e Ferrari. Ovviamente per il compratore questo può rappresentare a volte un vero e proprio affare, dal momento che acquistare una vettura in qualità di secondo compratore, seppur soltanto sulla carta, può significare ottenere un discreto deprezzamento.

Il valore di tale opportunità è strettamente legato al tipo di compratore che mette piede in una concessionaria. Se si tratta infatti di un appassionato d’auto, desideroso di portarsi a casa un gioiellino e di conservarlo con cura, un’auto a km 0 non può in alcun modo fare al suo caso. Egli infatti dovrà considerare il fatto che la vettura è stata parcheggiata per alcuni mesi, posta in un piazzale al contatto diretto con i raggi del sole, la pioggia battente e l’umidità. Tutto ciò ha un effetto alquanto pesante sull’auto, con le batterie che tendono a scaricarsi, le guarnizioni che perdono aderenza e le gomme che lentamente perdono la propria circolarità, iniziando a squadrarsi.

D’altro canto all’acquisto potrà essere invece decisamente interessato chi non mira ad altro che a un elettrodomestico su quattro ruote, capace di fare il suo dovere a lungo e soprattutto che venga venduto a un prezzo ragionevole. Un padre di famiglia ad esempio, con necessità di un auto per accompagnare i propri figli a scuola e fare numerose commissioni durante il giorno, non potrà restare indifferente a sconti che spesso superano il 20%. Inoltre oggi, con la grande offerta di auto del genere, è possibile anche scegliere accessori e colore, cosa che in passato era impossibile. Oggi però questo mercato infuria, ed è possibile anche trovare in rete dei siti specializzati.

Loading...

Vi consigliamo anche