0 Shares 17 Views
00:00:00
15 Dec

Auto a Km 0: vantaggi e svantaggi

La Redazione
18 ottobre 2013
17 Views

Si tratta di auto che hanno già avuto un’immatricolazione e quindi un intestatario ma hanno meno di 100 Km o addirittura zero km, non devono però essere confuse con le auto aziendali che invece sono auto usate. Come nasce questa tipologia di auto?

Semplice, le case costruttrici offrono ai concessionari prezzi migliori superando determinati budget di vendita nell’anno solare e allora in questo caso i concessionari, per non perdere i benefici, preferiscono comprare ed immatricolare le auto intestandole a se stessi per poi venderle, in altri casi si può trattare di auto usate in esposizione.
Spesso si sente dire che si tratta di auto che non hanno superato i test drive, ma questa è una sciocchezza anche perché la auto a Km 0 hanno una garanzia data dal concessionario e beneficiano della garanzia del costruttore per il tempo rimanente dalla prima immatricolazione.

Quali sono i vantaggi?
Ovviamente il prezzo scontato a fronte di un auto nuova, lo sconto può arrivare al 22%, in rari casi anche al 25% circa ( i concessionari di solito al superamento di soglie, ottengono il 30% di sconto), in molti casi i venditori si occupano anche del costo del passaggio di proprietà ed è compreso il bollo auto. Si può notare che lo sconto ottenuto viene riversato in parte sull’acquirente. Un altro vantaggio è dato dalla disponibilità immediata del veicolo.
Quali possibili svantaggi? Queste auto vengono utilizzate anche per esposizioni o prove conseguentemente può capitare qualche piccolo difetto di carrozzeria, ma in questo caso il prezzo è ulteriormente scontato e si può sempre visionare l’auto attentamente e non comprare.
Un altro svantaggio è dato dal fatto che le auto a Km 0 non beneficiano degli ecoincentivi e ciò perché non sono considerate auto nuove, considerando che questi ultimi sono limitati e per ora si deve attendere il 2014 per poterne usufruire, può risultare più vantaggioso comprare un auto a km 0.

Se si vuole comprare un’auto a Km 0 si deve rinunciare alla personalizzazione, si tratta infatti soprattutto di modelli base o con pochi optional, di solito l’aria condizionata c’è, ed essendo un’auto usata non si può certo chiedere alla casa costruttrice di aggiungere optional, d’altronde questo è un metodo del concessionario per avere vantaggi economici e non può certo accollarsi il costo di un auto super accessoriata che non è facilmente collocabile sul mercato. Lo stesso discorso vale per i colori che di solito sono base.
Cosa controllare quando si compra un auto a Km 0? E’ opportuno controllare il libretto di circolazione e verificare che l’unico intestatario sia appunto il concessionario, in questo modo si ottiene la certezza che l’auto rientri nella categoria di quelle comprate dal concessionario per ottenere sconti, inoltre, un’occhiata al contachilometri non fa male, per essere classificata come auto a km 0 non deve avere più di 100 km.
Cercate la vostra auto a Km 0 e a fronte di piccoli svantaggi, avrete molti vantaggi.

Loading...

Vi consigliamo anche