0 Shares 15 Views
00:00:00
16 Dec

Citroen C3: scheda tecnica, offerte prezzi, consumi

LaRedazione - 7 novembre 2013
LaRedazione
7 novembre 2013
15 Views

Ormai tante utilitarie sono passate al 3 cilindri, e la Citroen C3, come ci mostra la sua scheda tecnica, non poteva di certo mancare all’appello.

Così come fatto in precedenza da Clio, Yaris, 208 e Fiesta, anche la Citroen C3 è passata al 3 cilindri, ridisegnando del tutto la propria offerta benzina, con due motorizzazioni a disposizione degli eventuali compratori, l’1.0 VTi con 68 CV di potenza e l’1.2 con 82 CV di potenza.

Di certo il cambio di motore ha attirato su di sé tutte le luci del caso, ma il restyling è avvenuto anche sotto l’aspetto del look. Per prima cosa si nota l’evoluzione del frontale, con un double chevron incorporato e delle splendide luci al Led diurne. L’abitacolo risulta alquanto piacevole, con nuovi colori e dei buoni rivestimenti. In più, per chi ne faccia richiesta, sarà possibile ottenere anche una telecamera per consentire un parcheggio più agevole. La versione Exclusive prevede un esborso non eccessivo di 16.400 euro, offrendo dei cerchi in lega da 16”, un sistema multimediale con porta USB e Bluetooth, i già citati sensori di parcheggio, e uno spettacolare parabrezza Zenith, che si era già fatto apprezzare nella versione precedente della vettura.

Il comparto motore soddisfa fin da subito, con un buon bilanciamento e una discrezione ammirevole quando il regime è al minimo. Ottima la spinta, che si fa già sentire quando si è intorno ai 2000 giri. Da un tre cilindri non si può pretendere un’incredibile reattività in fatto di guadagno e perdita di giri, ma è possibile godere di una marcia più fluida e meno nervosa, ideale soprattutto nei lunghi viaggi. In salita però compaiono i primi e prevedibili limiti, con il guidatore costretto a spingere notevolmente, pressando sia cambio che propulsore.

Questa C3 risulta di certo alquanto agile, ma di certo non c’è da attendersi da lei una vivacità eccessiva che non le appartiene. Il suo stile infatti è esclusivamente turistico (come si può facilmente notare dal parabrezza panoramico), e il comfort resta il suo principale pregio. A basso regime il volante risulta alquanto leggero, ma se si iniziano ad alzare i giri del motore ci si ritroverà tra le mani uno strumento poco preciso. Al di là di tutto però la guida di questa C3 è decisamente piacevole e rilassante, con una posizione del guidatore rialzata, che garantisce una vista su tutto ciò che c’è intorno grazie allo Zenith.

Il comparto multimediale all’interno dell’abitacolo è buono ma non eccelso, lasciandosi superare da alcune dirette concorrenti. Lo schermo da 9” infatti è ben posizionato, ma non è un touch-screen, con il pilota costretto a cercare i tasti per governare video, navigatore e radio sulla console, provocando spesso distrazioni pericolose, ma soprattutto la fastidiosa sensazione di non avere tutto a portata di mano.

La Citroen C3 dunque si rinnova in meglio, offrendo inoltre degli ottimi consumi, con 13km per singolo litro in città, 15 in autostrada e 13 di media generale.

Loading...

Vi consigliamo anche