0 Shares 25 Views
00:00:00
16 Dec

Dacia Sandero Stepway: scheda tecnica, prezzo

LaRedazione - 29 novembre 2013
LaRedazione
29 novembre 2013
25 Views
Dacia Sandero

La moda delle utilitarie finte crossover, i cosiddetti ‘Urban SUV’, investe anche la Dacia, che propone la sua utilitaria, la Sandero, anche nella versione Stepway. Ovviamente, come tutte le auto del segmento, le protezioni in plastica e la posizione di guida rialzata simil-SUV sono gli unici richiami al mondo fuoristradistico, perchè non è prevista la trazione 4×4, neppure tra gli optional.

Tuttavia, benchè quest’auto non abbia le caratteristiche tecniche che l’avvantaggerebbero in un percorso fuoristradistico, la personalizzazione in stile off-road della casa rumena aggiunge un tocco di stile moderno e personale che la versione base non possiede: oltre all’adozione del nuovo frontale, così come sul modello puramente stradale, la versione Stepway dispone di fari fendinebbia, fasce paracolpi e slitte in plastica che ricordano i fuoristrada e le barre portatutto sul tetto.

Le motorizzazioni presenti sono due, un 900 centimetri cubici benzina turbo da 90 cavalli e una coppia di 135 Nm (pari a quella di un 1.4 benzina) che affianca un propulsore 1.5 dCi diesel, sempre da 90 cavalli e 220 Nm di coppia, con consumi molto ridotti. La motorizzazione benzina è adatta a chi usa l’automobile prevalentemente in città, mentra la diesel, ovviamente, a chi fa tanti chilometri ad andature autostradali, e non vuole sentire il 3 cilindri benzina tirare troppo. C’è da sottolineare, tuttavia, che l’ampia forbice di prezzo (2000€) e i consumi dichiarati molto bassi del motore benzina non lo escludono a priori dal confronto, dato che per riassorbire la spesa iniziale superiore dell’acquisto della motorizzazione diesel bisogna macinare molti chilometri.

L’auto di per sè, cosi come tutte le altre parenti della casa, è molto essenziale e punta tutto su una dotazione di serie più che sufficiente, mantenendo un listino molto concorrenziale: il top della gamma, diesel in allestimento Prestige, al modico prezzo di 13.100 € prevede un set di cerchi in lega da 16 pollici, regolazioni dei sedili, vernice metallizzata di serie, cruise control e il sistema di navigazione Dacia con schermo da 7 pollici integrato. Il bagagliaio è rimasto ampio e spazioso, non ha perso di capienza, anche se la soglia di carico si è alzata leggermente, a causa della maggiore altezza dal suolo.I rivestimenti interni sono specifici per questa versione della Sandero, con il logo Stepway un po’ dappertutto.

Il sistema MediaNAV è nel complesso di buona qualità, ed integra natuvamente una presa USB ed una AUX per il collegamento esterno di mp3. E’ presente anche il modulo bluetooth per il collegamento audio con in telefono per le chiamate. Tuttavia, appena si alza un po’ troppo il volume si sentono i limiti dell’impianto audio, con le casse che ‘gracchiano’ un po’. I comandi sono nel complesso intuitivi e funzionali, anche se la loro distribuzione non è stata sicuramente ben studiata in ottica di uso durante la guida.

Su strada si nota subito come il rinnovato sistema servosterzo abbia sicuramente giovato alle braccia del guidatore, così come il pedale della frizione, non più duro come in precedenza. La visuale dall’interno dal posto del guidatore è nel complesso discreta, anche grazie al sedile di guida rialzato. Nel complesso lo sterzo è morbido, anche se durante le curve strette si preferirebbe magari avere un controllo più reattivo. La motorizzazione benzina, cosa non così comune come si possa pensare, garantisce un’adeguata ripresa anche a regimi medio-bassi. Esiste anche un pulsante che attiva una modalità di risparmio di carburante sulla centralina, a scapito ovviamente delle prestazioni stradali. La media dichiarata di consumi è stata globalmente rispettata.

La prova su strade non asfaltate (non troppo sconnesse) ha permesso anche di testare le doti fuoristradistiche del mezzo, che si è rivelato molto affidabile e reattivo, grazie anche alle sospensioni tarate diversamente e gli pneumatici adatti al terreno. Da segnalare, finalmente, la presenza di un controllo di stabilità e di trazione sul veicolo.

I prezzi variano da un minimo di 10.150 € per la versione base turbo benzina al massimo di 13.100 € per la motorizzazione diesel con l’allestimento top di gamma. La via di mezzo è rappresentata dal 900 cm cubici benzina con allestimento Prestige a 11.600 €.

Non c’è che dire la Dacia Sandero dimostra di essere un’utilitaria economica e con profondi rinnovamenti negli allestimenti interni.

Loading...

Vi consigliamo anche