0 Shares 13 Views
00:00:00
14 Dec

Incentivi statali 2009 per la rottamazione, funzionano così

8 aprile 2009
13 Views

Via libera, dallo scorso febbraio, agli incentivi statali per la rottamazione di automobili. Il Consiglio dei Ministri ha dato infatti il suo ok varando un pacchetto da circa 2 miliardi di euro.

In sostanza, si tratta di incentivi di 1500 € per chi rottama un’auto da Euro 0 ad Euro 2 se immatricolata entro il 1999 ed acquista una vettura che non emette oltre 140 g/km di CO2 se benzina o 130 g/km se diesel.

E il riferimento è alle automobili di ogni genere, dalla cabrio alle coupé, per un totale di 15 milioni su 35 milioni di auto attualmente circolanti nel nostro Paese.

Il bonus interessa però anche chi non ha mezzi da rottamare: 1500 euro per chi acquista auto alimentate a metano, a idrogeno o elettriche con emissioni superiori ai 120 g/km di Co2. Si sale a 3500 euro per auto alimentate a metano, a elettricità o a idrogeno, ma con emissioni inferiori ai 120 g/km di Co2. E 1500 per quelle a GPL.

Vittorio Cogliati Dezza, presidente nazionale di Legambiente, ha specificato però che "è assolutamente necessario puntare su veicoli a bassa emissione di CO2, anche in base alle strategie europee sul clima. Occorre un bonus all’acquisto, progressivamente sempre più elevato, per auto al di sotto dei 130 grammi CO2 a km. Sarebbe, infatti, assurdo che questi incentivi servissero a favorire l’acquisto di Suv o auto diesel euro 4 sprovvisti di filtro antiparticolato, che emetterebbero comunque più polveri sottili anche rispetto a una vecchia auto a benzina".

Loading...

Vi consigliamo anche