0 Shares 13 Views
00:00:00
16 Dec

Nuova Mini: progettata per i nativi digitali. Come è fatta e quanto costa

LaRedazione - 19 novembre 2013
LaRedazione
19 novembre 2013
13 Views

E’ stata svelata finalmente la nuova piccola inglesina, mito di generazioni che a bordo della Mini hanno vissuto esperienze ed emozioni chiuse nel cuore. La nuova Mini è stata rivoluzionata mantenendo lo stile che da sempre la contraddistingue: nuovo telaio e nuovi motori fanno da cornice a contenuti fortemente digitali e rivolti alle nuove tecnologie per la condivisione online, oltre che a nuovi dispositivi studiati per abbattere ulteriormente i consumi e migliorare l’esperienza di guida.

Siamo ormai giunti alla quarta generazione per la piccola BMW, la terza da quando il marchio Mini è stato acquisito dalla casa tedesca, e stavolta gli ingegneri hanno voluto far fronte a tre grandi ‘problemi’ che da sempre vengono lamentati dagli amanti di questa vettura sportiva ma metropolitana; uno di questi è lo spazio interno, che è stato notevolmente ampliato e reso più vivibile, così come lo spazio del bagagliaio che era forse la pecca più grave per quest’auto. E’ stato inoltre migliorato anche in generale il comfort di guida cosicché la nuova Mini possa essere considerata una vettura ideale per i lunghi viaggi.

Anche dal punto di vista della sicurezza BMW ha fatto importanti passi in avanti con la Mini, studiando dei sistemi di assistenza elettronica alla guida e di impatto coi pedoni, richiesti da una grossa fetta di afecionados che volevano una vettura che potesse ulteriormente innalzare i suoi standard di sicurezza.

Per quanto riguarda le tecnologie di connettività, Mini ha aperto le porte anche agli smartphone con sistema operativo Android e non più solo agli iPhone di Apple, così da implementare l’esperienza multimediale a bordo garantendo il massimo della connettività, oltre che la possibilità di sviluppo di nuove applicazioni per la gestione della vettura direttamente dal proprio smartphone targato Google; ma non basta, perché a bordo sarà disponibile anche un head up display, e un sistema di infotainment di ultima generazione che sfruttando una sim dati opzionale dedicata sarà in grado di connettersi per le prenotazioni tagliandi, per le emergenze o semplicemente per sfruttare i servizi online anche in comunicazione con telefono cellulare.

Nella plancia ridisegnata trova spazio anche un moderno monitor lcd da 8,8 pollici, che però non sfrutta il sistema touch ma è governato dalla classica manopola multifunzione Mini Controller.
Il prezzo per questa straordinaria nuova Mini parte da 21 mila euro per la Mini Cooper a benzina , 22 mila euro per la Cooper D e da 25 mila per la Cooper S. La nuova Mini è stata progettata per i nativi digitali e sicuramente manterrà inalterato il mito che ormai da decenni accompagna questo marchio.

 

Loading...

Vi consigliamo anche