0 Shares 20 Views
00:00:00
17 Dec

Nuova Volkswagen Polo 2009, le caratteristiche

dgmag - 21 maggio 2009
21 maggio 2009
20 Views

Sarà disponibile a partire da settembre 2009 la nuova Volkswagen Polo 2009 che richiama da vicino il design delle ultimissime Scirocco e Golf.

La nuova Polo è lunga 3.970 millimetri (+54 mm rispetto alla Polo precedente) e larga 1.682 millimetri (+32 mm), offre spazio per cinque persone e molti bagagli (capacità da 280 a 952 litri) e l’aumento della larghezza con contemporanea riduzione dell’altezza (-13, vale a dire 1.453 millimetri) ha portato a un nuovo rapporto più dinamico delle proporzioni.

Il design è caratterizzato da linee nette e precise senza eccessi stilistici legati al momento.

Il volto della nuova Volkswagen Polo sottolinea la larghezza maggiore con la calandra sottile e con la fascia dei proiettori e comunica un baricentro particolarmente basso. In questo frontale si inserisce armonicamente il paraurti nel colore della vettura, posto sotto la calandra nera.

In una terza linea orizzontale, una presa d’aria dalle dimensioni abbondanti fornisce al motore e ai freni l’aria necessaria; questo elemento di colore nero ospita ai lati le luci di marcia diurne e i fendinebbia con luce di svolta integrata.

Rispetto a una luce di marcia duratura tradizionale, la luce di marcia diurna della Polo risparmia 0,15 litri di carburante ogni 100 chilometri. Il sottile spoiler anteriore verniciato nel colore della carrozzeria dista soltanto alcuni centimetri dalla strada. Questo spoiler molto spostato in avanti influisce decisamente sulla protezione pedoni in modo esemplare.

A seconda dell’allestimento, la Volkswagen presenta la Polo con due proiettori diversi; la versione base Trendline viene fornita con un proiettore H4 mentre a partire dalla linea di allestimento Comfortline vengono utilizzati proiettori doppi H7. Anche l’indicatore di direzione è integrato nel proiettore.

La disposizione geometrica e la sportività caratterizzano anche la zona posteriore. Lo stile dei proiettori anteriori, con la linea di base curvata verso l’alto, è stato ripreso nelle luci posteriori; in coda, i gruppi ottici sono caratterizzati da una grafica notturna particolarmente decisa, che si spinge fino all’ampia spalla della Polo. Su questa spalla poggia il tetto nella zona della linea caratteristica laterale e riconoscibile da ogni prospettiva.

Il portellone arriva molto più in basso, fino al paraurti, e analogamente alla Golf, si apre agendo sull’emblema VW che in questo caso è basculante. Di serie: uno spoiler del tettuccio integrato nel portellone posteriore.

Anche da dietro, il look è assolutamente grintoso. In particolare, questo punto di vista mette in evidenza come i designer abbiano utilizzato l’interasse in modo estremo (anteriore +29, posteriore +30 millimetri) e abbiano spinto ad arte le superfici dei cerchi il più possibile a filo con i passaruota. Per questo motivo, la Polo è in una armonia ideale anche con ruote di grandi dimensioni. La gamma ottimale può raggiungere la dimensione di pneumatici 215/40 R17.

La linea laterale è dominata dagli sbalzi ridotti dichiaratamente sportivi, dalla linea caratteristica modellata e dal tetto più basso, che scende nettamente verso la parte posteriore. L’efficacia aerodinamica è migliorata anche grazie alla nuova calotta degli specchietti esterni, che consente di ridurre del 20% la resistenza all’aria rispetto al modello precedente.

La Polo è stata progettata in modo mirato per raggiungere le cinque stelle del nuovo crash test EuroNCAP, molto più esigente e completo dei precedenti e l’elevata rigidità strutturale della carrozzeria contribuisce a questo obiettivo.

Al momento i prezzi resi pubblici dalla filiale italiana del Gruppo tedesco sono solo indicativi: per le Polo a benzina si parte dai 12.500 euro della 1.2 da 60 cavalli Trendline a tre porte, per quelle a gasolio la soglia è rappresentata dai 14.750 euro della 1.6 TDI da 75 cavalli a tre porte. La 5 porte comporta sempre un sovrapprezzo di 550 euro.

Loading...

Vi consigliamo anche