0 Shares 22 Views
00:00:00
17 Dec

Panda metano, un’auto non solo per il contesto urbano

LaRedazione - 9 novembre 2013
LaRedazione
9 novembre 2013
22 Views

Sono state provate da poco le nuove panda bi-fuel. Ecco a voi la descrizione sulla natural power a metano!

La Fiat lancia la nuova Panda natural power. La Bi-fuel ha il Twin-air da 900 centimetri cubici . Un grosso passo avanti fatto per quanto riguarda le prestazioni dell’auto. Rispetto al precedente modello garantisce una rotondità di erogazione della potenza mai vista su un’auto a doppia alimentazione. Le bombole sono state collocate una sotto il tunnel centrale e l’altra a ciambella al posto della ruota di scorta. Nonostante il maggior peso (circa 100 kg) l’auto non risente troppo del rollio in curva, e si guida abbastanza agilmente.

L’abitacolo è pratico e ben assemblato. La plastica è piacevole sia alla vista che al tatto. Tutta la restante disposizione dei comandi così come l’organizzazione della plancia rispecchia le versioni a benzina o diesel. Unica differenza: l’indicatore della carica residua delle bombole di metano e il relativo selettore dell’alimentazione.

L’abitabilità è buona anche se bisogna sottolineare che sono necessari due piccoli esborsi per l’omologazione dl quinto posto e la regolazione in altezza del sedile del guidatore. -Il bagagliaio considerando che una delle due bombole è posta sotto il vano rubando così spazio- in ogni caso resta sempre molto ben modulabile. Per avere il divano psoteriore frazionabile bisogna aggiungere qualcosina alla spesa totale.

L’autovettura non delude in città. Grazie all’inedito propulsore riesce a cavarsela egregiamente anche fuori da un contesto urbano. Come tutte le motorizzazioni benzina, la spinta sotto i 1550-2000 giri tende ad essere un po’ vuota, ma non appena superata la soglia l’auto tira fuori gli artigli ed inizia a mordere l’asfalto. Nella media i consumi sono circa 13 chilometri con un metro cubo di metano e 14 con un litro di benzina.

Consigliamo sempre di aggiungere gli airbag laterali e l’ESP. Se scegliete la versione base –la Easy– preventivate anche di dover aggiungere i fendinebbia.

Sceglierete la Fiat Natural Pawer se siete persone che vogliono macinare chilometri risparmiando e anche se avete la fortuna di avere un distributore sotto casa che eroga metano. Come per tutte le altre rivali questo è un punto molto debole per il quale a dirla tutta il metano in Italia non si è ancora diffuso. Fiat in ogni caso ha pensato all’ottimizzazione della motorizzazione adottandola alle diverse sollecitazioni che il metano porta al motore rispetto alla benzina. Sono state appositamente irrobustite la testa delle valvole e le loro sedi per poter permettere al motore una sopravvivenza oltre la normale soglia di ‘morte’ a cui vanno incontro le auto a doppia alimentazione.

Non resta che provare su strada la nuova Panda Bi-fuel natural power metano e perché no? Magari acquistarla.

 

Loading...

Vi consigliamo anche