0 Shares 11 Views
00:00:00
18 Dec

Vacanze in automobile, accortezze e trucchi

dgmag - 27 luglio 2010
27 luglio 2010
11 Views

In fatto di vacanze e partenze in automobile, gli italiani sono davvero dei campioni almeno stando a un’indagine di www.automobile.it secondo cui gli italiani sembrano essere dei guidatori accorti e si dedicano alla manutenzione del loro veicolo molto prima della partenza.

Nel 50% dei casi controllano olio, acqua e gomme e nel 44% dei casi fanno effettuare un check-up generale per essere sicuri che tutto sia perfettamente a posto e funzionante.

Fatto queste importanti operazioni, ci si dedica al comfort del viaggio: il 43% degli intervistati, infatti, si prepara alla partenza selezionando con accuratezza la colonna sonora del viaggio (cd o lettori digitali).

Del resto, la musica è stata indicata dal ben il 71% come una delle cose che non possono assolutamente mancare durante il viaggio, superando di un punto percentuale anche l’aria condizionata.

Altro rifornimento importante (secondo il 33%), è quello di cibo/bevande che secondo il 40% dei vacanzieri non può mancare durante il viaggio, per far fronte ad attacchi di fame improvvisa.

Per la stragrande maggioranza degli intervistati (84%), infatti, la vacanza inizia nel momento stesso in cui si parte e siccome il viaggio è parte integrante della vacanza ha i suoi rituali: la scelta della colonna sonora del viaggio, a conferma dell’importanza della musica in vacanza, è il rituale del 52% degli intervistati, il 20% fa sosta sempre nello stesso fidato autogrill, mentre il 18% parte sempre alla stessa ora ma c’è anche chi compra le ennesime tendine da auto e chi torna più volte a casa a chiudere il gas.

Teorie discordanti anche riguardo la famosa partenza intelligente: secondo la maggioranza partire di notte è faticoso ma efficace (30%), la seconda strategia più accreditata è la partenza all’alba col fresco ma viaggiando con la luce (22%), al terzo posto invece i fatalisti che partono a caso (18%).

Solo al quarto posto i previdenti che seguono i suggerimenti dei notiziari (17%), ultimi coloro che partono all’ora di pranzo per passare soddisfatti davanti agli autogrill stracolmi (13%). D’altronde i previdenti sempre sintonizzati sulle le varie trasmissioni radio sul traffico sono solo il 3,5% degli intervistati.

E come si passa il tempo in coda? Semplicemente conversando con i compagni di viaggio (35%) oppure studiando strade alternative (31%).

E quali sono le cose che infastidiscono di più, quando si è in coda? i furboni che usano la corsia d’emergenza (54,3%), seguiti dagli irrequieti coloro che cambiano corsia di continuo (32%).

Loading...

Vi consigliamo anche