0 Shares 19 Views
00:00:00
14 Dec

Barche usate: dove acquistarle e come regolarsi

La Redazione
7 novembre 2013
19 Views

Possedere una barca è da sempre un obiettivo di tutti quelli che amano il mare e che se lo vogliono vivere a 360 gradi oppure per coloro che amano il lusso e che vedono l’imbarcazione come uno status symbol da sfoggiare al porto o in mare aperto.

Bisogna però dire che sono poche le persone che scelgono di acquistare un’imbarcazione nuova e i motivi sono diversi, anche se il principale è senza dubbio il risparmio che si ottiene optando per un natante usato e fortunatamente il nostro Paese, grazie alla sua millenaria tradizione marinara, offre un mercato molto vivo dove trovare qualsiasi tipo di imbarcazione si desideri acquistare, dal gommone allo yacht extralusso, ma bisogna ovviamente fare attenzione a cosa si acquista perché l’imbroglio è sempre dietro l’angolo, così come accade quando si acquista una macchina usata.
Il web da una grossa mano a chi vuole acquistare una barca usata, perché sono ormai numerosi i siti specializzati che offrono vere e proprie vetrine multimediali dove vengono esposte le barche usate in vendita in tutta Italia ma è bene che prima di recarsi all’appuntamento per acquistare la barca, si chiedano al proprietario/venditore ulteriori fotografie anche delle parti interne del natante, quindi motori e sistemi di movimento, per verificare almeno a grandi linee che la barca sia in buone condizioni.

Quando si va a vedere fisicamente la barca, invece, se non si è esperti è bene che ci si faccia accompagnare da un meccanico nautico o da un esperto di barche che possa effettivamente verificare le effettive condizioni di tutte le parti della barca. Sarebbe l’ideale che la barca fosse messa a terra, sulla gru, così da poter controllare le condizioni anche della chiglia e delle eliche, che per una barca rappresentano le parti più delicate e più facilmente deteriorabili perché in continuo contatto con l’acqua e, come spesso accade, con rocce o fondali troppo bassi; una chiglia rovinata o un’elica storta rappresentano due dei motivi principali per cui una persona decide di disfarsi della sua imbarcazione mettendola in vendita a un prezzo decisamente più basso rispetto a quella che dovrebbe essere la valutazione di mercato.
Chi, invece, possiede già una barca e ha quindi confidenza con il personale di un porto, può rivolgersi a loro per avere informazioni su eventuali imbarcazioni in vendita e sulle effettive condizioni: questo risulta essere il canale forse più sicuro e affidabile ma restringere la ricerca a un solo porto può non essere un’ottima idea per la varietà di scelta.
In generale, comunque, il prezzo va sempre trattato e se possibile deve essere chiesto di inserire nel contratto di vendita una messa a punto e la pulizia dello scafo con la vettura a secco.
Le barche usate sono un’ottima soluzione per chi ne desidera una, ma bisogna fare attenzione a dove acquistarle e biosogna sapere come regolarsi.

Loading...

Vi consigliamo anche