0 Shares 19 Views
00:00:00
15 Dec

Barche usate: il mercato che smuove le vendite

La Redazione - 12 novembre 2013
La Redazione
12 novembre 2013
19 Views

Possedere la barca è da molti considerato uno status-symbol, un punto di arrivo per chiunque voglia arrivare a un’affermazione sociale ma non solo, perché la barca può anche rappresentare uno strumento di lavoro imprescindibile per portare a casa uno stipendio mensile.
Ma indipendentemente dall’uso che se ne faccia, il mercato delle barche ha subito un durissimo in questi ultimi anni, con un crollo notevole delle vendite diffuso in tutto lo stivale, da nord a sud e una conversione della produzione che sempre più spesso predilige le costruzioni su misura, in base a uno specifico progetto personalizzato dal cliente, a un prezzo quindi decisamente elevato, piuttosto che quelle in serie che ormai non riescono più a trovare il terreno fertile che aveva fatto crescere esponenzialmente questo mercato negli anni del boom economico. Ma se da una parte il mercato delle barche sembra quasi affondare senza trovare uno sbocco, dall’altra si regge a galla grazie al mercato dell’usato, florido come mai in questo periodo, che riesce a movimentare una grandissima quantità di natanti in tutto lo stivale.

Ovviamente si tratta di una scelta particolare, perché acquistare una barca usata se non si prestano le necessarie cautele può diventare anche pericoloso e le truffe sono sempre agguato, ne più e ne meno di quelle in cui si può incorrere acquistando un’autovettura usata, ma gli italiani si dimostrano pronti a correre il rischio visto che il mercato dell’usato delle barche va controtendenza rispetto ai trend e sta assistendo a una crescita rispetto al passato.
Ovviamente i canali d’acquisto sono sempre di più e il web in questo caso ha dato un grosso aiuto a chiunque voglia vendere o acquistare, ma c’è da sottolineare come questa compra/vendita sia ciclica, perché chi si impegna ad acquistare un natante usato, secondo alcune statistiche, si pone un limite massimo dopo il quale desidera rimettere la barca sul mercato per cercarne un’altra, affidandosi sempre all’usato. Mediamente gli italiani preferiscono utilizzare la loro barca acquistata usata per un tempo non superiore ai cinque anni e, altro dato significativo, non sono così rare le persone che si spingono oltre confine per andare ad acquistare la barca ala ricerca della migliore occasione; molto gettonata è la Francia, ma stanno prendendo ampie fette di mercato dell’usato anche la Croazia e la Spagna.

Questi dati portano a una riflessione, perché per un popolo di navigatori come gli italiani, possedere una barca è da sempre un punto di arrivo e il fatto che adesso il mercato abbia virato sull’usato, potrebbe non essere solo frutto della necessità, ma potrebbe anche essere una scelta per poter avere a disposizione un mercato più ampio, sfruttando la voglia di cambiamento dopo un certo periodo di tempo.
Sulle barche usate molte volte sono previste le garanzie di legge e il mercato ne trae notevole beneficio.

Loading...

Vi consigliamo anche