0 Shares 14 Views
00:00:00
12 Dec

Consigli per la valutazione delle moto usate

La Redazione
14 novembre 2013
14 Views

La moto è una passione, e sono sempre di più coloro che, da semplici appassionati, si trasformano in veri e propri esperti: bisogna sempre fare attenzione però quando si decide di acquistare una moto usata, in quanto l’inganno potrebbe essere proprio dietro l’angolo.

Premettendo che ognuno sceglierà il tipo di moto che preferisce, un consiglio iniziale per valutare la moto usata consiste nell’osservare il suo stato esterno, ovvero le condizioni della carrozzeria della moto: da essa infatti si può già intuire in che condizioni generali è la moto che si intende acquistare.
In pratica, se la carrozzeria della moto risulta essere ben tenuta, al cinquanta percento delle possibilità quella moto risulta essere in buone condizioni, mentre in caso contrario, ovvero quando la carrozzeria è mal messa, allora potrebbe essere sintomo che quella moto non è in buone condizioni: ovviamente questo potrebbe non valere in tutti i casi, in quanto potrebbe esser solo la carrozzeria la parte rovinata.

Superato questo primo scoglio, per valutare se vale la pena oppure no acquistare una moto usata, bisogna prendere in considerazione il motore della stessa: così come il cuore nel corpo umano, se il motore della moto non dovesse esser funzionante, tutte le altre parti ad esso collegate potrebbero presentarsi con dei difetti o funzionare in maniera non del tutto perfetta e ottimale.
Oltre al motore, bisogna tener conto di freni e luci della moto: i freni della moto, così come quelle di un qualsiasi altro mezzo di trasporto, sono veramente importanti, e questi devono essere assolutamente efficaci, e se questi non dovessero funzionare, allora è meglio cercare un altro modello di moto con dei freni che rispondono subito ai comandi.
Lo stesso discorso vale per le luci: frecce e stop non funzionanti sono da sostituire immediatamente, e se un venditore si presenta con una moto in quello stato, è facilmente intuibile il fatto che probabilmente, quella moto potrebbe avere tantissimi altri difetti celati talvolta in maniera maldestra dal proprietario.

La batteria non deve esser poi trascurata, così come la centralina d’accensione: entrambe devono essere perfettamente funzionanti, oppure il cliente, dopo aver acquistato quella moto, potrebbe trovarsi presto a dover percorrere la strada a piedi, trascinando la sua moto.
Infine le ruote: queste non devono essere lisce, ma devono essere ancora in buono stato, in quanto in caso contrario, non solo il cliente rischierebbe di non avere massima aderenza al manto stradale, ma potrebbe anche beccarsi una multa salatissima.
Tutti questi sono quindi dei consigli standard per acquista una moto usata e per valutarla.

Vi consigliamo anche