0 Shares 26 Views
00:00:00
15 Dec

Scooter, confronto tra Honda SH 125 e Yamaha Xenter 125

LaRedazione - 25 agosto 2013
LaRedazione
25 agosto 2013
26 Views

L’Honda SH 125 è arrivato sul mercato prima del suo diretto rivale Yamaha, per il quale la casa giapponese ha presentato in precedenza una versione con motore 15° cc. La lotta tra le due case nipponiche, che si combattono strenuamente anche sulle piste nel campionato mondiale MotoGP, tende a conquistare sempre più spazio nel segmento subito superiore ai tradizionali “cinquantini”.

Lo Xenter 135 monta un motore monocilindrico a quattro tempi con il raffreddamento a liquido, ed alimentazione ad iniezione capace di garantire una potenza massima di 9,7 CV a 7500 giri al minuto, con una coppia massima pari a 9.60 Nm a 7250 giri al minuto. L’avviamento è elettrico e la trasmissione automatica. Uno scooter con le ruote alte, con pneumatico anteriore 100/80-16 e posteriore 120/80-16, leggero, e maneggevole da guidare, specialmente nel congestionato traffico cittadino, anche se non disdegna la velocità.

Anche l’Honda SH 125 ha un fratello maggiore con cilindrata 150 cc, è caratterizzato dall’ampio sottosella, nel quale trova posto anche un casco integrale. La sua potenza massima è di 9,76 Cv a 8300 giri al minuto, con una coppia massima di 9,67 Nm a 6600 giri al minuto. Caratteristica importante dell’SH 125 sono i consumi veramente ridotti, che permettono di arrivare a superare i 40 chilometri con un litro di carburante, la grande sicurezza grazie al sistema ABS fornito di serie, ed il sistema Start&Stop che funziona molto bene, anche se chi non lo conosce, può trovarsi impreparato allo spegnimento del motore al semaforo, ma subito dopo tranquillizzato dall’immediata riaccensione. Una leadership, che fino all’ingresso sul mercato dello Yamaha Xenter 125 era indiscussa, e che ora viene invece attaccata dal prodotto della casa rivale. Entrambi i modelli, come nella tradizione delle due case nipponiche, sono costruiti con molta cura, e con finiture di livello alto per la categoria, risultando inoltre ideali per il traffico urbano. Entrambi si possono guidare anche con la patente “B”. Il duello comincia dal prezzo che per l’Honda è di 3.100 euro, mentre la quotazione dello Xenter Yamaha si ferma a quota 2.490 euro, grazie ad una promozione in atto in questo periodo. Per tutti e due il bauletto posteriore ed il parabrezza fanno parte degli accessori compresi nel prezzo. Come detto la frenata dell’Honda è assistita dall’ABS, che invece manca allo scooter Yamaha, ed è molto importante specialmente nelle situazioni di strada bagnata. Molto simili i dati tecnici di accelerazione e ripresa. Una scelta veramente difficile, come dimostrano anche i pareri abbastanza discordanti che si trovano sui vari forum dedicati all’argomento. Sicuramente una parte importante sulla scelta è conseguente allo stile di guida dei vari conducenti.

Loading...

Vi consigliamo anche