0 Shares 10 Views
00:00:00
13 Dec

Nissan presenta ‘Autonomous Drive’: auto senza pilota in arrivo entro il 2020

LaRedazione
29 agosto 2013
10 Views

Il progetto “driveless car” è stata una delle ultime trovate di Google: servendosi di alcuni modelli di Toyota e di Lexus, la casa di Montain View ha infatti introdotto delle innovazioni in grado di modificarne la tecnologia, rendendo queste auto completamente autonome. Fantascienza? Sembrerebbe di no. Lo dimostra l’enorme interesse suscitato dal progetto nei vertici di casa Nissan. L’azienda automobilistica ha recentemente dichiarato la sua intenzione di realizzare un intero “parco macchine” totalmente automatizzato entro il 2020. Si tratta, in altre parole, di veicoli capaci di muoversi senza conducente.

Ufficialmente, i primi test dei prototipi inizieranno nel corso del prossimo anno, ma c’è chi sostiene che la Nissan, in questo senso, sia già al lavoro da un bel pò. “La volontà di Nissan Motor Company di mettere in discussione il pensiero convenzionale e di guidare il progresso è quello che ci rende diversi dagli altri” ha dichiarato l’AD della Nissan, Carlos Ghosn “Nel 2007 ho assicurato che entro il 2010 Nissan avrebbe immesso sul mercato una macchina a emissioni zero. Oggi la Nissan Leaf è la macchina eletrica più venduta della storia.” Con queste parole, Ghosn ha ribadito la volontà della nota azienda automobilistica di promuovere le nuove tecnologie realizzando, nel più breve tempo possibile, modelli all’avanguardia che possano migliorare la qualità della vita. Una macchina che “si guida da sola”, infatti, potrebbe avere un enorme impatto sulla esistenza quotidiana del suo proprietario: non più costretto a prestare attenzione alla guida, quest’ultimo si trasforma in un semplice passeggero, usufruendo di moltissimi vantaggi.

In primo luogo, l’efficienza di guida sarebbe svincolata dalle condizioni psico-fisiche del conducente “umano”: questo eleverebbe in modo esponenziale i livelli di sicurezza, sia in città che su strada. Il veicolo, inoltre, sarebbe dotato di apparecchiature altamente sofisticate, comprendenti sensori, videocamere ed altri sistemi informatizzati in grado di individuare le manovre più appropriate ed il tragitto migliore per arrivare a destinazione. L’interesse di Nissan verso questo tipo di tecnologia non è un caso isolato: anche Audi e Toyota, in occasione del “CES 2013”, hanno presentato progetti dello stesso genere, mostrando decisamente la direzione verso la quale si sta muovendo l’industria automobilistica. Nonostante la via sia stata aperta dalle sperimentazioni di Google, Nissan ha scelto di non avvalersi della sua collaborazione per effettuare i test dei suoi modelli: le auto Nissan senza conducente saranno infatti testate da un team di ricercatori provenienti dalle maggiori università del mondo, fra cui Oxford, Tokyo, Stanford e MIT.

Vi consigliamo anche