0 Shares 19 Views
00:00:00
18 Dec

Saab, torna in produzione la 9-3

LaRedazione - 2 dicembre 2013
LaRedazione
2 dicembre 2013
19 Views
Saab, torna il produzione la 9-3

Nuovo capitolo dopo l’ingloriosa fine di Saab. La casa automobilistica svedese, fa sapere di essere ritornata grazie all’intervento della società NEVS. A tre anni di distanza, dopo aver presentato istanza di fallimento, lo stabilimento della Saab riapre i cancelli  e quindi anche la produzione di modelli che hanno fatto la storia come la Saab 9-3.

Aveva destato molto clamore la cessazione dell’attività della casa automobilistica svedese, che dovette chiudere i suoi stabilimenti a causa del fallimento per bancarotta. Uscirà oggi, 2 Dicembre, poco prima delle 13.30 dallo storico stabilimento di Trollhattan la prima Saab 9-3 Aero Sedan del nuovo ciclo. Si tratta di un evento particolarmente importante che verrà sottolineato anche da una piccola cerimonia inaugurale e celebrativa per un giorno che segna una data storica per l’automobilismo europeo e svedese.

La Saab è stata rilevata da una società, la NEVS, che l’ha presa dal liquidatore fallimentare prefiggendosi l’obiettivo di riabilitare la casa rimettendo in produzione le vetture così come sono conosciute, grazie anche a un accordo con i fornitori della Saab, primi danneggiati dalla cattiva amministrazione precedente a causa dei ritardi e dei mancati pagamenti.

La Saab 9-3 è uno dei modelli che ha fatto la storia di questa casa automobilistica svedese, un modello sportivo ed elegante allo stesso tempo che tuttavia era stato portato fuori produzione nell’aprile del 2011: la nuova gestione ha deciso di riprendere in mano il progetto dell’ultimo modello e di portarla in produzione così com’era, con piccoli accorgimenti estetici per adeguarla al cambiamento dei tempi ma senza stravolgimenti.

Verrà quindi utilizzata una struttura che deriva dalla Phoenix ma modificato in modo tale che vengano eliminato quei componenti progettati dalla General Motors e che rappresentano circa un quinto dell’intera struttura della vettura. La piattaforma della Phoenix è stata scelta prché molto flessibile e permette anche interventi radicali per modifiche forti anche sul piano delle dimensioni.

Secondo l’azienda che rilevato la Saab il primo passo, ossia quello della messa in produzione delle macchine e il riavvio degli stabilimenti, è quello più importante ma sono già a lavoro per portare ulteriori novità come la produzione, dal secondo trimestre del 2014, di una versione completamente nuova della 9-3, che prenderà il suffisso EV e che subirà delle evidenti modifiche estetiche e che sarà alimentata da un propulsore elettrico ma che per il primo periodo almeno verrà commercializzata solo nel mercato cinese e solo successivamente, dopo attente analisi di mercato, verrà eventualmente portata in Europa, dove invece arriveranno immediatamente quelle con motore termico.

La Saab 9-3 a primo sguardo sarà quindi del tutto simile a quella uscita di produzione nel 2011, la modifica più evidente riguarderà il marchio che non sarà più contraddistinto dal grifone ma prevede semplicemente il nome del marchio.

Un segnale forte dato da Saab e dalla nuova gestione quella di riproporre la produzione della 9-3 a quasi tre anni dal fallimento, segnando un’inversione di rotta che si spera venga attuata anche da altre case automobilistiche.

Loading...

Vi consigliamo anche