0 Shares 28 Views
00:00:00
18 Dec

Scooter usati: guida allo scooter sicuro

La Redazione - 28 ottobre 2013
La Redazione
28 ottobre 2013
28 Views

Spesso capita che per necessità si debba acquistare un mezzo di trasporto utilizzato, come uno scooter: non sempre però si riesce a fare un affare, anzi, nella maggior parte dei casi, la truffa è dietro l’angolo, sopratutto se lo scooter viene venduto da un privato.

Cosa è quindi importante controllare prima di passare all’acquisto di uno scooter usato? Innanzitutto, è necessario controllare il numero del telaio presente nello scooter e quello registrato sul libretto: è estremamente importante che i due numeri coincidano, in quanto in caso contrario, il nuovo proprietario non sarebbe tale, proprio perché i due numeri non coincidono.
Oltre ai due numeri, cosa più importante, bisogna anche controllare che il telaio non riporti segni di riparazione o di verniciatura: spesso una riverniciatura non camuffa altro se non dei danni che lo scooter ha riportato, cosa che essenzialmente corrisponde a uno scooter che, dopo poco tempo, dovrà essere riparato ancora una volta, stavolta a spese del nuovo proprietario.
Per controllare questo, è importante alzare lo scooter, senza dover necessariamente tutto: in questo modo si potrà pure controllare che non ci siano perdite d’olio, e se esse non dovessero esserci, si può affermare che almeno per metà, lo scooter potrebbe essere acquistato, anche se comunque bisogna verificare altri piccoli dettagli.

Bisognerà infatti controllare lo stato dello sterzo: se questo, mentre viene spostato è duro oppure si irrigidisce, allora i cuscinetti sono abbastanza danneggiati, è pertanto è facilmente intuibile che questi debbano essere cambiati, cosa che quindi fa aumentare il costo complessivo dello scooter.
Anche la forcella deve essere controllata: se questa affonda troppo velocemente, dopo che lo scooter viene alzato dal manubrio, allora questa deve essere cambiata, mentre in caso contrario, significa che questa può essere ancora utilizzata. Da non dimenticarsi di controllare anche che questa sia ben allineata con lo sterzo.
Infine, mancano batteria, marmitta, freni e luci: la prima la si può controllare accendendo lo scooter e controllando la sua data, mentre la seconda la si controlla una volta che lo scooter è acceso, in quanto rumori strani o troppo fumo sono sinonimo di marmitta da sostituire.
Per quanto riguarda invece luci e freni, basta fare un giro sullo scooter: gli stop e le frecce direzionali, così come quelle di posizione, anabbaglianti e abbaglianti sono molto importante, e devono tutte funzionare correttamente, e lo stesso vale per i freni e le sue componenti, in quanto lo scooter deve frenare perfettamente, senza ritardi o rumori anomali.
La carrozzeria invece non incide parecchio sul controllo: un graffio potrebbe essere riparato con pochi euro, cosa che invece non accadrebbe coi pezzi sopra indicati.

Loading...

Vi consigliamo anche