0 Shares 14 Views
00:00:00
15 Dec

Orti d’azienda: coltivare zucchine con il capoufficio

Michela Fiori
2 ottobre 2013
14 Views

Il fenomeno dei Corporate gardeners sembra stia pian piano prendendo piede nelle maggiori aziende del mondo. Partito dagli Usa come spesso accade per molte tendenze, sta conquistando anche aziende e aziendole europee. A lanciarlo per primi sono stati Yahoo e Google che oltre ad essere dei trend setter in ambito Web sembrano dettare la strada anche in tema di politiche aziendali.

Lavorare la terra, ce lo dicono da più parti, aiuta a scaricare lo stress e a a sviluppare la creatività, se applicata all’interno di un ambito aziendale poi questa attività può aiutare a cementare i rapporti tra colleghi e ad azzerare la gerarchie: con buon vantaggio del “clima”  lavorativo, della produttività e della borsa della spesa che si arricchisce di prodotti a Km 0 coltivati con le proprie mani (e sono soddisfazioni).

In Italia uno degli enti che promuove i Corporate gardeners è, Orti d’ azienda, una Onlus che promuove la creazione all’interno delle aziende di orti condivisi per agevolare filiera corta e lo sviluppo sostenibile. Le attività promosse dall’associazione oltre a sostenere la responsabilità sociale nei luoghi di lavoro, riqualificano aree marginali e territori post-industriali con beneficio sia per l’azienda che per la collettività.

Un buon esempio di Orto in azienda è stato realizzato a Milano, nel quartiere Ventura Lambrate dove è nato Orto Ventura, uno spazio verde di 50 metri quadri in cui i lavoratori degli studi di architettura e delle gallerie d’arte della zona possono coltivare patate e zucchine fai da te.

Loading...

Vi consigliamo anche