0 Shares 15 Views
00:00:00
12 Dec

Nail art: l’arte di decorare le unghie è alla portata di tutti

Gianfranco Mingione
22 maggio 2013
15 Views

Dagli anni venti ad oggi. Si diffonde sempre più l’arte di decorare le unghie attraverso l’utilizzo di tecniche specifiche. Già dagli anni venti del secolo scorso molte donne amano impreziosire le loro unghie con disegni e colori di vario genere. L’unghia può essere decorata ma anche cambiata nelle sue forme: da quelle più squadrate e larghe, a quelle più sottili ed ovali.

Le tecniche. A svolgere questo lavoro sono persone specializzate, gli onicotecnici. I materiali devono essere certificati e si va dagli smalti, che si applicano sull’unghia e servono a prepararla, agli adesivi o; chi possiede maggiore estro artistico, invece, procede con l’utilizzo di pennelli. Con questi ultimi si realizzano dei disegni più o meno colorati, ma tale scelta spetta sempre al cliente. Oggi è possibile utilizzare i più svariati materiali per creari abbinamenti anche esplosivi o bizzarri.

Le tendenze del momento. Anche l’unghia è diventata territorio di tendenze. Si va dal piercing che consiste nel perforare l’unghia ed inserire poi i materiali scelti per decorare, alle decorazioni carnevalizie, a quelle in stile fantasy con folletti, temi floreali e, dulcis in fondo, per gli amanti di Facebook, Flickr, YouTube, c’è la possibilità di tematizzare le proprie unghie con i loghi di questi social network, magari in 3D, con un disegno in rilievo. La scelta è ampia e la lista sicuramente non si esaurisce qui.

Dove farla? Per una decorazione ci si può rivolgere ad un centro estetico, dove è possibile trovare una nail artist, così come, e questa scelta è sicuramente più economica, se si ha una certa manualità, si possono reperire i vari materiali e formarsi “in casa”. Di grande aiuto, a tal proposito, possono essere i vari tutorial presenti in rete, come quello della De Agostini www.deabyday.tv. A tal fine è importante fare attenzione nella scelta dei materiali onde evitare problemi di alcun tipo.

Gianfranco Mingione

Vi consigliamo anche