0 Shares 12 Views
00:00:00
12 Dec

Balotelli prepara la sfida di sabato, intanto la parola al sindaco di Verona

LaRedazione
23 agosto 2013
12 Views

Mario Balotelli è già proiettato verso la sfida di sabato, la prima di campionato: ma il sindaco di Verona Tosi prende la parola in merito, ed alimenta la polemica riguardante l’arrivo del centravanti del Milan e della Nazionale al Bentegodi sabato prossimo. Infatti Balotelli, dopo il pareggio in casa degli olandesi del PSV Eindhoven nell’andata del turno preliminare di Champions League, ha lanciato un messaggio agli eventuali cori razzisti che la curva del Verona, non nuova ad episodi di questo tipo, potrebbe rivolgergli nel corso del match d’esordio della nuova stagione, che vedrà la formazione scaligera tornare nel massimo campionato dopo ben undici anni.

Balotelli ha spiegato che ci penseranno i suoi gol a zittire eventualmente i razzisti, un messaggio sin troppo diretto che non è stato gradito dal primo cittadino di Verona, l’esponente della Lega Nord Flavio Tosi, che ha voluto esporre una puntualizzazione non solo sul comportamento dei tifosi veronesi, ma anche su quello di Balotelli che, secondo il sindaco scaligero, finisce sin troppo spesso nell’occhio del ciclone delle polemiche extra – calcistiche. Questo perché secondo Tosi, l’attaccante milanista si lascia andare troppo spesso ad atteggiamenti provocatori nei confronti degli avversari e del pubblico stesso quando si trova in campo, finendo con l’alimentare le polemiche e scatenare reazioni, da parte degli spettatori sugli spalti, che spesso possono purtroppo sfociare anche nell’inciviltà.

Tosi ha sottolineato come moltissimi giocatori di colore nel professionismo non sono mai incappati in insulti da parte del pubblico, proprio perché hanno sempre mantenuto un atteggiamento rispettoso e confinato all’interno dei toni agonistici della partita. Ad ogni modo, sembra evidente che Verona-Milan alla prima giornata sarà un match già nel mirino degli osservatori della giustizia sportiva, che d’altronde da tempo hanno preannunciato tolleranza zero verso le manifestazioni di razzismo. Basti pensare a quanto già accaduto nel match di Supercoppa Italiana, quando gli ululati razzisti rivolti dalla Curva Nord della Lazio ai calciatori di colore della Juventus, Asamoah, Ogbonna e Pogba, sono costati un turno di chiusura della curva, che verrà scontato proprio nel match d’esordio in campionato della formazione biancoceleste, contro l’Udinese. Vedremo che accoglienza la Sud veronese riserverà a Balotelli, e soprattutto vedremo in caso di gol se l’attaccante indirizzerà un messaggio specifico di qualche tipo ai tifosi della curva avversaria, oppure se seguirà i suggerimenti di Tosi, scegliendo sobrietà negli atteggiamenti.

Vi consigliamo anche