0 Shares 6 Views
00:00:00
11 Dec

Il Barcellona, asfaltato dal Bayern, dice addio alla Champions

Emanuele Calderone
2 maggio 2013
6 Views

Fino a Martedì scorso il Barcellona era il team delle meraviglie: tra trofei, scudetti e quant'altro, la squadra sembrava un treno in corsa destinato a non fermarsi mai. Peccato che, nel giorno della festa dei lavoratori, Piqué e i suoi compagni abbiano nuovamente incontrato sulla loro strada il Bayern Monaco. Una disfatta peggiore di quella di Caporetto, sì perché, c'è da ammetterlo, ieri al Camp Nou di Barcellona, Spagna, non c'è stata davvero storia. La partita valida per l'ingresso in finale di Champions League è stata a senso unico: il Bayern si è infatti distinto per un gioco molto più solido e ben organizzato rispetto a quello di un Barça che è apparso poco concreto, a tratti svogliato.

Per tutti i novanta minuti di gioco, il pressing del Bayern ha letteralmente schiacciato la squadra spagnola, che è rimasta immobile di fronte ad avversari determinati come non mai a vincere.

Le reti? Tre in totale e tutte nella ripresa. A violare per la prima volta la porta di Valdés è stato Robben al quarto minuto. Il vero smacco è rappresentato però dal clamoroso autogol di Gerard Piqué al 28', che ha portato l'entusiasmo del Barcellona ai minimi storici. Ad "estasiare" i 95mila presenti, ci ha pensato infine Müller al 31', che col suo gol ha chiuso definitivamente il match.

Il conto finale per gli spagnoli? 0 a 3. Ma non è tutto: se ai tre gol di ieri si volessero sommare i quattro della partita d'andata, per un totale di 7 reti a 0, ci si renderebbe ancor più conto di come il Bayern abbia avuto vita facile contro i blaugrana.

Con questo risultato la squadra bavarese accede assieme al Borussia Dortmund, alla finale di Champions, che si terrà il prossimo 25 Maggio a Wembley, Londra. Restate sintonizzati!

[foto: www.calciomercatonews.com]

Emanuele Calderone

Vi consigliamo anche