0 Shares 16 Views
00:00:00
12 Dec

Brasile 2014: Maradona testimonial della nazionale Iraniana

LaRedazione
11 dicembre 2013
16 Views
Brasile 2014: Maradona testimonial della nazionale Iraniana

La nazionale iraniana di calcio potrà contare su un testimonial d’eccezione in vista dei prossimi Mondiali di calcio in Brasile: si tratta di Diego Armando Maradona, il celebrerrimo ‘pibe de oro’ che quest’anno, dopo averne vissuti tanti da protagonista prima da giocatore e poi da allenatore, vivrà i Mondiali 2014 da spettatore, offrendo però il suo sostegno all’Iran.

La nazionale mediorientale negli ultimi sedici anni è stata una presenza piuttosto frequente nella rassegna iridata calcistica, pur senza mai riuscire a superare l’ostacolo del primo turno. La presenza di Maradona al fianco dell’Iran sarà sicuramente un veicolo importante per aumentare l’attenzione attorno alla nazionale: al momento l’accordo prevede, con un compenso di centomila dollari per l’ex fuoriclasse argentino, che Maradona indossi e faccia da testimonial alla maglia dell’Iran al momento della presentazione ufficiale della casacca che i calciatori iraniani indosseranno in occasione dei match della prima fase della kermesse sudamericana.

Ma secondo voci di corridoio, non è da escludere un clamoroso colpo di scena che vedrebbe Diego Armando Maradona poter accettare l’incarico di commissario tecnico dell’Iran per poter affrontare in panchina il Mondiale.

Un’ipotesi ancora senza conferme ma che potrebbe essere particolarmente suggestiva, considerando che l’Iran inoltre è stato inserito nel girone della prima fase del Mondiale in cui si trova anche l’Argentina, il che rappresenterebbe un formidabile ‘derby del cuore’ per Maradona. Che, non va dimenticato, oltre alle leggendarie imprese come calciatore e la conquista del Mondiale del 1986, ha guidato l’argentina come CT nel Mondiale sudafricano del 2010, finendo però ‘scottato’ dalla pesante sconfitta nei quarti di finale contro la Germania.

Ad ogni modo, si tratta di un’ipotesi che in linea di massima potrebbe risultare affascinante per Maradona, anche se non va dimenticato che il sogno da allenatore del ‘Pibe de Oro‘ è e resta un altro, ovvero finire sulla panchina di quello che è stato il club al quale da calciatore si è sentito più legato in assoluto. Ovvero il Napoli, dal quale Maradona presto o tardi si aspetta una chiamata: operazione non facile, visto che il presidente azzurro Aurelio De Laurentiis, pur consapevole dell’enorme carico di entusiasmo che Maradona porterebbe con sé, dovrebbe fare i conti con una personalità spesso scomoda e straripante, e soprattutto con un pedigree da allenatore non proprio di primissimo livello, finora.

In attesa di sapere se il suo sogno partenopeo si concretizzerà o meno, una cosa è certa, di sicuro nel futuro di Maradona c’è l’Iran e l’immagine da testimonial da prestare alla nazionale iraniana durante i Mondiali di Brasile 2014.

 

Vi consigliamo anche