0 Shares 8 Views
00:00:00
13 Dec

Calciomercato, Kakà: ‘Il Milan mi darà il Mondiale’

LaRedazione
3 settembre 2013
8 Views

L’ultimo vero colpo di mercato messo a segno da una squadra italiana appartiene al Milan, che nel giro di una settimana ha cambiato in modo sostanziale il suo reparto avanzato, grazie alle partenze di Boateng e agli arrivi di Matri e Kakà. Proprio l’arrivo della punta dalla Juventus aveva cominciato a far pensare che Allegri volesse cambiare modulo, giocando con il trequartista, e quando è arrivato l’annuncio della vendita di Boateng allo Shalke 04 hanno cominciato a circolare le prime voci circa un clamoroso ritorno del brasiliano, deciso a giocare titolare per poter essere convocato per i prossimi Mondiali brasiliani.

Kakà è stato più volte vicino a vestire di nuovo la maglia del Milan, negli anni passati, complice un amore mai sbocciato del tutto fra il Real Madrid e il calciatore brasiliano. Problemi economici hanno sempre avuto la meglio sulle ragioni del cuore, perché se è vero che Kakà sarebbe tornato volentieri nella squadra che lo ha reso grande, è altrettanto vero che il trequartista percepiva in Spagna uno stipendio che i rossoneri non avrebbero mai potuto permettersi. Alla base del ritorno di Kakà in Italia, infatti, c’è stata la volontà del Real di disfarsi di uno stipendio oneroso (dieci milioni a stagione) e la disponibilità del brasiliano a ridursi in modo deciso l’ingaggio.

Il ritorno di Kakà al Milan è quindi un affare che ha soddisfatto tutti, con il brasiliano che ha firmato un contratto per due anni a quattro milioni all’anno, più bonus, e i rossoneri che hanno potuto riabbracciare il figliol prodigo praticamente gratis, dovendo al Real solo alcuni bonus legati agli obbiettivi raggiunti dalla squadra. Kakà, che in sei anni di Milan aveva vinto tutto (fra cui un pallone d’oro), si era lasciato in modo burrascoso con la tifoseria rossonera, ma al suo arrivo a Milano è stato accolto da una folla festante di almeno quattrocento persone, andata letteralmente in estasi quando, dopo aver apposto la firma sul contratto, il giocatore si è affacciato dal balcone della sede rossonera con la sua maglia numero 22.

Le prime parole di Kakà sono state all’insegna della gioia per la possibilità di tornare in quella che considera casa sua. La volontà di tornare al Milan è stata dettata dalla possibilità di giocare nuovamente nella squadra che lo ha consacrato a livello mondiale, con lo stimolo di fare una grande stagione per poter disputare il Mondiale nel suo Brasile.

Vi consigliamo anche