0 Shares 14 Views
00:00:00
16 Dec

Fiorentina e Milan: è sfida per Adem Ljajic. Oggi è il giorno della verità!

LaRedazione - 6 agosto 2013
LaRedazione
6 agosto 2013
14 Views

La diatriba fra Milan e Fiorentina sull’attaccante Adem Ljajić sta assumendo i connotati di una storia di spionaggio, con accuse fra entrambe le parti, che rischiano di minare il rapporto fra le due società, già non particolarmente idilliaco dopo la lotta della passata stagione per un posto in Champions League. Che al Milan interessi l’attaccante della Nazionale serba non è un mistero, ma la società gigliata nei giorni scorsi si è indispettita per un comportamento poco corretto, a loro dire, della dirigenza rossonera. Paolo Panerai, consigliere della Fiorentina, ha addirittura attaccato apertamente Galliani tramite Twitter, ma per quanto la dirigenza viola si sia dissociata dalle opinioni personali di Panerai, ha comunque sottolineato come il Milan si sia mosso in modo inappropriato.

Alla base di questa diatriba sembra esserci la scelta del procuratore contattato dal Milan, che per i rossoneri è Mladen Furtula, mentre per i viola è Fali Ramadani, lo stesso di Jovetic e curatore dei loro interessi per quanto riguarda l’Italia. In realtà entrambi gli individui possono essere considerati rappresentanti di Ljajić, ma il problema è che in questo momento stanno spingendo il loro assistito verso due direzioni differenti, con Ramadani che vorrebbe che Ljajić rinnovasse con la Fiorentina, mentre Furtula avrebbe accettato le avances del Milan.
Di certo, fino a oggi, c’è che il Milan ha proposto alla Fiorentina otto milioni per il cartellino dell’attaccante e che i viola hanno rispedito al mittente l’offerta ritenendola non congrua. La dirigenza viola, nel frattempo, sta lavorando per cercare di rinnovare il contratto di Ljajić e avrebbe proposto al giocatore un adeguamento dello stipendio a 1,5 milioni a stagione, nonostante non vi sia ancora l’accordo, in questo caso con Ramadani, circa la clausola liberatoria, che la Fiorentina vorrebbe fissare a 12 milioni, mentre l’agente la vorrebbe a 8 milioni. Nelle prossime ore potrebbe però esserci una svolta, perché sono attesi in Italia il padre del giocatore e Mladen Furtula, i quali avranno probabilmente l’ultima parola sulla trattativa. Considerando anche i precedenti c’è da credere che la Fiorentina difficilmente cederà in questo braccio di ferro, a costo di perdere il giocatore il prossimo anno senza vedere un soldo.

Loading...

Vi consigliamo anche