0 Shares 11 Views
00:00:00
12 Dec

Minacce di morte a Gareth Bale, ma si chiude oggi per il suo passaggio al Real Madrid

LaRedazione
7 agosto 2013
11 Views

Oggi si chiuderà per il suo passaggio al Real Madrid, ma per Gareth Bale sono arrivate anche minacce di morte: l’esterno del Tottenham vedrà così chiudersi la lunghissima querelle per il suo passaggio alle merengues, una telenovela che ha sì infiammato il calciomercato estivo come nessun altra trattativa, ma ha anche fatto registrare picchi di tensione inusuali per una vicenda riguardante il trasferimento di un calciatore. D’altronde, in un mercato che pur in tempi di austerità generale ha fatto registrare clamorose impennate nei prezzi dei vari trasferimenti, il tira e molla per portare Bale al Real Madrid ha è stato probabilmente il piatto principale. Ovvero, dal momento in cui Daniel Levy, presidente del Tottenham Hotsupur, ha rifiutato un’offerta del club spagnolo da novantatré milioni di euro per il fuoriclasse gallese, una cifra che probabilmente tutti pensavano avrebbe sparigliato le carte.

Ed invece il numero uno del club londinese ha resistito, alzando addirittura l’asticella delle richieste a centoventi milioni di euro. Il che ha alimentato diverse polemiche a livello etico. Da una parte, è rimbalzata una notizia che vedeva addirittura Al Quaeda, la rete terroristica di matrice islamica, censurare il comportamento del Tottenham (va ricordato che Daniel Levy è un uomo d’affari ebreo) producendo un’intromissione sicuramente inopportuna a livello politico. Dall’altra, ci sono le reazioni dei tifosi del Tottenham, con un supporter degli Spurs che avrebbe addirittura raggiunto Bale con minacce di morte, nel caso si fosse concretizzato il suo passaggio al Real Madrid. Un episodio che la polizia inglese non intende sottovalutare, tenendo d’occhio costantemente la situazione.

Insomma, si sta passando il segno in una vicenda che sembra comunque segnata nel suo epilogo, visto che la volontà del club madrileno di portare a termine la trattativa non è in discussione. Oggi dovrebbe essere dunque il giorno della fumata bianca: alla fine la richiesta da centoventi milioni di euro di Levy sarà accettata, bisognerà vedere però se nelle casse degli Spurs entreranno solo contanti, oppure se verrà inserita qualche contropartita tecnica nell’affare. Si è parlato infatti di un esterno, valutato circa venticinque milioni di euro come l’argentino Di Maria o il portoghese Fabio Coentrao, che oltre a sostituire Bale nel Tottenham, permetterebbe al Real Madrid di produrre nelle casse degli inglesi un’iniezione di contanti meno massiccia. L’incontro decisivo tra Levy ed il presidente del Real, Florentino Perez, dovrebbe avvenire in territorio neutro, a Miami, e l’affare dell’anno dovrebbe dunque essere portato finalmente a compimento.

Vi consigliamo anche